Per saperne di più

Come minare criptovalute: Una guida passo dopo passo

14 mins
Aggiornato da

Il mining di criptovalute è diventato sempre più popolare negli ultimi anni e molte persone cercano di trarre profitto dall’estrazione di monete. In questo articolo, esaminiamo come estrarre criptovalute e i migliori algoritmi di mining. Che siate principianti o esperti, continuate a leggere per imparare tutto ciò che vi serve sul mining delle criptovalute.

BeInCrypto Trading Community in Telegram: read reviews on the best crypto platforms, discuss crypto projects, read technical analysis on coins & get answers to all your questions from PRO traders & experts!

Join now

Methodology

Le migliori piattaforme per il mining di criptovalute

Se avete intenzione di minare criptovalute, avrete bisogno di una piattaforma affidabile. Fate attenzione: molte piattaforme dannose possono criptovalutare il vostro computer e altri dispositivi. Ecco alcune piattaforme affidabili per iniziare il vostro viaggio nel mining.

Platform
Cloud mining
Assets
Bitcoin
Add. features
Free demo account
Platform
Mining simulator
Assets
Bitcoin
Add. features
Loyalty program
Platform
Cloud mining
Assets
Bitcoin
Add. features
NFTs

Crypto mining: Il futuro della finanza

crypto methane, crypto mining electricity usage, crypto mining power demand, crypto methane emissions

Il mining delle criptovalute convalida le transazioni e aggiunge nuovi blocchi a una rete blockchain proof-of-work (PoW), come quella del Bitcoin. I minatori eseguono questo processo. Si tratta di potenti hardware per risolvere complesse equazioni matematiche e guadagnare unità di criptovaluta come compenso.

I minatori competono tra loro per risolvere le equazioni. Il primo minatore che risolve un’equazione e aggiunge un nuovo blocco alla blockchain viene ricompensato con nuove unità di criptovaluta, che possono essere vendute o detenute come investimento.

Il mining è una componente integrale dell’ecosistema delle criptovalute, che contribuisce a proteggerne e a rafforzarne l’integrità. Inoltre, consente ai singoli individui di partecipare al mercato e di trarre profitto contribuendo alla potenza di calcolo.

Purtroppo, il mining può essere costoso a causa delle conoscenze tecniche richieste e dei costi di investimento in hardware ed elettricità.

Come si fa il mining di criptovalute?

is mining crypto worth it?

Il mining di criptovalute può essere una fonte di reddito passivo. Tuttavia, esistono diversi metodi e processi per il mining e la creazione di criptovalute.

Prima di iniziare a fare mining di criptovalute, è necessario ricercare tutti i costi del processo di mining scelto prima di determinare il potenziale profitto. Nonostante le potenziali ricompense, il mining può rivelarsi impegnativo e produrre profitti incostanti a causa delle fluttuazioni dei prezzi delle criptovalute e dei costi energetici. Per massimizzare il successo, è importante configurare correttamente i dispositivi di mining e investire fondi aggiuntivi per mantenere un’operazione senza intoppi.

Ecco una guida passo passo su come minare criptovalute. Questa guida vi aiuterà a iniziare il mining in modo indipendente, ma questi passaggi generali potrebbero non essere adatti a tutti i metodi.

1. Scegliere la criptovaluta

Le criptovalute hanno difficoltà di mining diverse, ovvero la quantità di sforzo necessaria per estrarre un blocco. La concorrenza aumenta quando più minatori si uniscono alla rete, aumentando la difficoltà di hashing. Al contrario, quando i minatori lasciano la rete, la difficoltà di mining diminuisce, rendendo più facile la creazione di nuovi blocchi.

Tuttavia, le condizioni di mining sono estremamente difficili per le criptovalute di grandi dimensioni come il Bitcoin, il che rende difficile per i singoli minatori ottenere un guadagno. Per questo motivo i minatori di Bitcoin sono soliti investire in potenti ASIC e unirsi a mining pool per aumentare le possibilità di essere ricompensati.

Altre monete proof-of-work (PoW) che possono rappresentare una buona opzione per i minatori di criptovalute sono Dogecoin ed Ethereum Classic. Il motivo principale per cui i minatori più piccoli potrebbero scegliere le reti di altcoin è che sono meno congestionate. Inoltre, le altcoin potrebbero avere un maggiore potenziale di crescita grazie alle loro risorse non sfruttate. Allo stesso tempo, il mining di altcoin richiede un minor consumo di energia, poiché la potenza di calcolo necessaria non è così elevata.

L’aspetto negativo del mining di altcoin è l’elevata volatilità dei prezzi. Nel peggiore dei casi, il protocollo potrebbe essere violato o abbandonato, lasciando i token senza valore. Alcune criptovalute sono diventate più ricercate, quindi potrebbe essere necessario aggiornare i propri impianti di mining e spendere più denaro del previsto.

2. Scegliere l’attrezzatura per il mining

Il mining di criptovalute è una forma di competizione e i minatori traggono vantaggio dall’avere un hardware di mining potente perché aumenta le loro possibilità di trovare il blocco successivo.

Iminatori ASIC sono in genere l’opzione migliore per il mining di criptovalute, poiché sono progettati specificamente per questo compito. Tuttavia, a seconda della difficoltà e dell’algoritmo della criptovaluta, le GPU possono ancora essere efficaci su alcune reti.

Alcune criptovalute, come quelle estratte con la tecnologia radio di Helium, richiedono attrezzature specifiche per il mining. Questi dispositivi devono essere situati in aree che offrono un accesso chiaro e illimitato alle reti wireless per un funzionamento efficace. Di conseguenza, è importante verificare di possedere l’hardware appropriato per il mining della criptovaluta scelta.

3. Creare un portafoglio di criptovalute

Per ricevere le ricompense durante il mining di criptovalute è necessario un portafoglio di criptovalute. Alcuni solidi portafogli di criptovalute non custoditi presenti sul mercato includono Coinbase e Nexo.

Ledger, Trezor e Safepal sono tutti buoni portafogli hardware.

Una volta configurato il portafoglio, è possibile generare un indirizzo per ricevere e conservare le monete digitali.

4. Configurare il dispositivo crypto miner

Per minare le criptovalute, è necessario scaricare un software di mining specializzato all’indirizzo . Il modo più conveniente per accedere al software è attraverso il sito ufficiale della criptovaluta che si intende minare; questo garantisce la versione corretta e aiuta a prevenire programmi fraudolenti.

La maggior parte dei software di mining può essere scaricata e utilizzata gratuitamente. Molte criptovalute hanno diverse opzioni di software per vari sistemi operativi. Prima di scegliere un software di mining è sempre consigliabile fare una ricerca personale (DYOR).

Stabilire una strategia per monitorare i costi dell’elettricità è un altro componente necessario per impostare un dispositivo di mining. Iniziate a rivedere le bollette passate e stimate il costo del mining. Purtroppo, a causa dell’elevato consumo di energia dei mining rig, è possibile che si spenda più di quanto si guadagni.

È essenziale ricordare che gli impianti di mining possono essere rumorosi e generare calore. Pertanto, si consiglia di posizionarli in un’area sicura con un raffreddamento adeguato. Potrebbe anche essere una buona idea collocarli in un luogo che non tenga nessuno sveglio di notte.

5. Unitevi a un insieme di mining

I minatori individuali hanno poche possibilità di successo. Viene estratto un solo blocco alla volta e la ricompensa va al primo minatore che trova l’hash corretto. Nonostante i numerosi e potenti ASIC, la vostra quota della potenza di hashing complessiva di Bitcoin rimane esigua.

Gli insiemi di mining combinano la potenza di calcolo di molti partecipanti per aumentare le probabilità di scoprire il blocco successivo. Unendovi a un pool di mining e mettendo insieme la vostra potenza di hashing, potreste guadagnare di più che se faceste mining da soli.

Gli insiemi di mining impiegano in genere un coordinatore per organizzare i minatori, riducendo così al minimo la probabilità di errori. Quando l’insieme di mining scopre un nuovo blocco, divide la ricompensa tra i partecipanti in base alla loro potenza di mining. Di solito, i mining pool prevedono una piccola tassa, che viene sottratta dalla ricompensa.

Tipi di mining di criptovalute

crypto mining

Il mining di criptovalute può essere condotto con diversi metodi, includendo CPU, GPU, FPGA, ASIC e cloud mining, ognuno dei quali sfrutta tecnologie diverse per risolvere problemi matematici complessi.

Questi approcci spaziano dai processori dei personal computer e dalle schede grafiche all’hardware specializzato e alle risorse dei data center remoti, rispondendo a vari livelli di investimento e di competenza.

Mining della CPU

https://twitter.com/kr00tmantech/status/1765819815208329659

Una CPU (unità di elaborazione centrale) è un componente elettronico che fornisce potenza di elaborazione al software installato sui computer.

Un tempo il software di mining della CPU, come CPU Miner, era efficace per tassi di hash di 10MH/sec (MegaHashes al secondo). Purtroppo, a causa dell’elevato tasso di hash di Bitcoin, il mining su CPU è diventato poco redditizio. Tuttavia, alcune criptovalute, come Monero (XMR), possono ancora utilizzare il mining su CPU.

La costruzione di un impianto per il mining su CPU richiede componenti chiave come un processore da competizione ad alta frequenza, una quantità di RAM (memoria ad accesso casuale) sufficiente a supportare i canali di memoria e la larghezza di banda, una fonte di alimentazione affidabile e una scheda madre che garantisca una comunicazione fluida tra tutti i componenti. Inoltre, un condizionatore d’aria è fondamentale per mantenere il sistema fresco. Per quanto riguarda il mining della CPU, i singoli individui possono effettuare il mining da soli o aumentare le loro possibilità di successo unendosi a un mining pool.

La capacità dei minatori solitari di aggiungere monete ai loro portafogli dipende dall’hardware e dai tassi di hash della rete. Prima di iniziare le operazioni di mining in solitaria, è necessario considerare il potenziale di guadagno rispetto ai costi dell’elettricità e ad altre spese.

Mining su GPU

A causa della crescente domanda di potenza di calcolo, il mining tramite CPU non è riuscito a tenere il passo. Ecco perché le unità di elaborazione grafica (GPU) sono state utilizzate, insieme alle CPU, per il mining di criptovalute.

Le GPU sono state utilizzate per la prima volta per il mining di bitcoin nell’ottobre 2010, quando il software di mining per GPU è diventato disponibile online.

Nel corso del tempo, questo software è stato migliorato e modificato per essere utilizzato in vari progetti open-source. Le moderne GPU offrono un rendimento significativamente superiore a 20 KH/s (kilo hash), e alcune forniscono una potenza di hashing fino a 2.000 volte superiore.

Inoltre, i minatori su GPU possono gestire più operazioni in parallelo e alcuni utilizzano impianti di mining multi-GPU per aumentare la potenza di uscita o i tassi di hash e i pagamenti. Oggi è possibile utilizzare il mining su GPU per estrarre monete come Ravencoin (RVN) o Grin (GRIN).

Mining suFPGA

Una delle maggiori preoccupazioni del mining di criptovalute è il costo delle attrezzature di mining. Di conseguenza, il mining su GPU è diventato inefficiente a causa degli alti costi di estrazione. Ciò ha portato alla necessità di macchine in grado di rendere il mining redditizio. Le macchinefield-programmable gate array (FPGA) sono una soluzione.

Un field-programmable gate array (FPGA) è un circuito elettrico che può essere programmato per eseguire specifiche operazioni logiche e configurato per il mining di una specifica criptovaluta. I minatori FPGA sono meno dispendiosi in termini di energia rispetto alle GPU, con un costo di pareggio entro due o tre anni.

Gli FPGA sono imbattibilmente veloci nel rendimento dei calcoli di hashing rispetto a qualsiasi altro hardware, con i più veloci che raggiungono i 25.000 MH/s. Per quanto riguarda l’efficienza, gli FPGA superano sia le CPU che le GPU nell’esecuzione di questi calcoli; inoltre, richiedono meno elettricità per unità di hashing.

Tuttavia, la popolarità del mining su FPGA è durata poco a causa dell’arrivo degli ASIC, che offrono un miglior rapporto tra costo ed efficienza energetica. Inoltre, le GPU ad alto volume che girano su nodi di processo più sofisticati si sono rivelate più costose per GH/s rispetto agli FPGA.

Mining con ASIC

ASIC è l’acronimo di “Application-Specific Integrated Circuit”, un tipo di chip creato per un compito specifico.

Nel contesto delle criptovalute, un ASIC miner è un dispositivo specializzato che impiega gli ASIC per minare esclusivamente valute digitali proof-of-work (PoW). Questi dispositivi ASIC sono progettati specificamente per fornire un rendimento superiore nelle operazioni di mining su larga scala.

L’installazione di un ASIC miner richiede un alimentatore, seguito da accesso a Internet, router di accesso, indirizzo IP, portafoglio e insieme di mining.

Il mining basato su ASIC ha aumentato drasticamente il tasso di hash totale della rete Bitcoin, rendendo poco redditizio il mining con CPU o GPU.

Purtroppo, il mining su ASIC presenta alcuni aspetti negativi. Il primo è l’elevata barriera all’ingresso a causa dell’alto costo delle attrezzature di mining.

Un altro aspetto negativo del mining ASIC è che le organizzazioni che possiedono e mantengono molti sistemi ASIC potrebbero ottenere il controllo della rete blockchain. Ciò rende il mining basato su ASIC più vulnerabile a un attacco del 51%.

Inoltre, solo Bitmain produce dispositivi ASIC. Il produttore li precarica con un’applicazione che consente di gestire la potenza di hashing del dispositivo da remoto.

Cloud mining

Ilcloud mining offre ai singoli la possibilità di generare criptovalute senza investire o mantenere hardware o software specializzati.

Questa soluzione di mining è un metodo in cuii minatori affittano una macchina ASIC invece di acquistarla. I minatori pagano un canone mensile e questo sistema offre maggiore accessibilità quando i prezzi delle criptovalute diminuiscono o la difficoltà di mining della rete aumenta.

Il cloud mining può ridurre drasticamente i costi di manutenzione dell’hardware e del software per le aziende. Per molti, il cloud mining rappresenta un’opportunità ideale per chi è interessato al mining senza dover fare un investimento iniziale significativo.

Come iniziare il cloud mining

ECOS è un fornitore leader di cloud mining fondato nel 2017. La piattaforma conta oltre 90.000 utenti in tutto il mondo. Offre un contratto di mining minimo di 150 dollari, una comoda calcolatrice e una cronologia dettagliata delle transazioni. ECOS offre anche servizi aggiuntivi come un portafoglio, un piattaformadiscambio, portafogli di investimento e risparmi.

Bitcoin (BTC), Miner crypto web3 bullish

Il mining di criptovalute è legale nella maggior parte dei Paesi. Tuttavia, la sua legalità può variare da Paese a Paese. In generale, se il Bitcoin è legale, lo è anche il crypto mining.

In alcuni luoghi, il mining di criptovalute può addirittura essere incoraggiato. Prima di imparare a fare mining di criptovalute, è necessario documentarsi e comprendere le leggi vigenti nel proprio Paese. Inoltre, alcune criptovalute possono avere regole specifiche o requisiti di mining che devono essere considerati prima di iniziare.

Il mining di criptovalute vale la pena?

Nel mining di criptovalute, fattori come il prezzo, il rendimento, il design e l’implementazione delle macchine da mining influiscono sulla redditività. Gli ASIC sono diventati il punto di riferimento per il mining di bitcoin grazie al loro rendimento superiore rispetto ad altre macchine. Tuttavia, la loro longevità rispetto alla crescente difficoltà di mining e al miglioramento delle macchine rimane incerta.

Per questo motivo è necessario pensare al budget da investire in attrezzature per il mining di criptovalute. O forse si vuole scegliere una soluzione di mining in cloud come ECOS. Le GPU dei computer portatili sono in genere meno potenti e più costose delle controparti desktop, il che rende necessaria un’apparecchiatura di mining di criptovalute efficace per ottenere un profitto dal mining.

Ricordate che il mining di criptovalute richiede una grande quantità di energia di calcolo. L’elevato consumo di energia genera molto calore, che potrebbe danneggiare le ventole del portatile a causa dell’eccessiva pressione esercitata su di esse durante le operazioni di mining.

Qual è il futuro del mining di criptovalute?

Il mining di criptovalute non è solo un modo divertente ed eccitante di far parte del mondo delle criptovalute; è anche un aspetto cruciale per mantenere la blockchain sicura e funzionale. Sapere come effettuare il mining di criptovaluta è solo un pezzo del puzzle. Il prossimo è calcolare la potenziale ricompensa e i costi di manutenzione dell’hardware e delle bollette dell’elettricità.

È vero che ci sono costi e rischi e che è necessaria una certa conoscenza tecnica, ma non lasciatevi scoraggiare. Con un po’ di ricerca e di impegno, chiunque può iniziare a fare mining di criptovalute e potenzialmente guadagnare qualche ricompensa. Ricordate solo di rimanere aggiornati sugli ultimi sviluppi nel settore delle criptovalute. Ogni nuovo aggiornamento può avere un forte impatto sul processo di mining.

Domande frequenti

Top piattaforme di crypto in Italia | Giugno 2024

Trusted

Scopri la dichiarazione di non responsabilità

All the information contained on our website is published in good faith and for general information purposes only. Any action the reader takes upon the information found on our website is strictly at their own risk.

iulia_vasile_vertical.png
Iulia Vasile è una professionista esperta nell'industria delle criptovalute e della blockchain, lavorando a tempo pieno nel settore dal 2017. Con una formazione in ingegneria informatica, ha la capacità unica di scrivere su argomenti complessi come DeFi, NFT, trading e intelligenza artificiale in modo chiaro e comprensibile. Contribuisce regolarmente con la sua esperienza e prospettiva personale a discussioni sulla tecnologia blockchain, scrivendo su numerosi siti web legati alle...
Leggi la biografia completa