Per saperne di più

Il Senato abroga la norma sulle criptovalute della SEC, il veto di Biden pone la prossima sfida

3 mins
Aggiornato da Mary Basile

In breve

  • Il Senato vota 60-38 per approvare la risoluzione 109 della SEC, ribaltando la SAB 121 della SEC.
  • La senatrice Cynthia Lummis evidenzia i rischi per i consumatori ai sensi del SAB 121.
  • Tuttavia, il potenziale veto di Biden potrebbe annullare la decisione del Senato.
  • promo


Il Senato degli Stati Uniti ha compiuto un passo significativo votando per approvare la risoluzione H.J. 109, una risoluzione per ribaltare il controverso Bollettino contabile del personale della SEC n. 121 (SAB 121).

Il voto 60-38 del Senato segue l’approvazione della Camera dei Rappresentanti. Questo risultato riflette il sostegno bipartisan contro la politica crypto della SEC.

Uno sforzo bipartisan inverte il SAB 121 della SEC

Il SAB 121, introdotto nel marzo 2022, richiede agli istituti finanziari di elencare gli asset digitali dei clienti nei loro bilanci. I critici sostengono che questo mandato crea notevoli oneri operativi e finanziari per le aziende che gestiscono le criptovalute. La politica ha affrontato l’opposizione per aver potenzialmente esposto i beni dei clienti a rischi in situazioni di fallimento.

La senatrice Cynthia Lummis, una convinta sostenitrice delle criptovalute, ha guidato l’approvazione della risoluzione. Durante l’audizione, ha sottolineato i pericoli del SAB 121, spiegando che l’inserimento dei beni dei clienti nei bilanci istituzionali potrebbe mettere a repentaglio tali beni durante i fallimenti.

“Il SAB 121 mette a rischio i consumatori richiedendo a un istituto coperto di iscrivere i beni dei consumatori nel proprio bilancio. Offre ai creditori un modo per rivendicare tali beni in caso di fallimento. Abbiamo visto come questo si ripercuote sui consumatori. I loro beni vengono congelati per mesi o addirittura anni mentre il fallimento si svolge. In alcuni casi, perdono completamente il loro patrimonio. Ora, hanno affidato questi beni al custode, è il custode che è in fallimento, eppure i loro beni sono i beni che sono a rischio. Quindi, questo non protegge affatto i consumatori”, ha detto il senatore Lummis.

Nel suo discorso, la senatrice Lummis ha anche sostenuto la necessità di portafogli self-hosted per gli asset digitali. Questa posizione è in linea con la sua recente sfida alle opinioni del Dipartimento di Giustizia sui servizi crypto non custodial.

Dopo il voto, Lummis ha espresso soddisfazione sui social media. Evidenzia la decisione del Senato come una vittoria per l’innovazione finanziaria e un rimprovero all’approccio dell’attuale amministrazione alla regolamentazione delle criptovalute.

“L’approvazione da parte del Senato di un CRA [Congressional Review Act] che ribalta il SAB 121 è una vittoria per l’innovazione finanziaria e un chiaro rimprovero al modo in cui l’amministrazione Biden e Gary Gensler hanno perseguitato le criptovalute. È anche la prima volta che il Congresso approva una legislazione autonoma sulle criptovalute. Siamo solo all’inizio”, ha scritto il senatore Lummis su X (ex Twitter).

La comunità crypto ha festeggiato la decisione del Senato. Michael Saylor, fondatore di MicroStrategy e noto sostenitore di Bitcoin, ha espresso il suo entusiasmo su X. Sottolinea l’ampio supporto per Bitcoin.

“Wall Street vuole Bitcoin, la Camera dei Rappresentanti vuole Bitcoin e ora il Senato vuole Bitcoin”, ha detto.

Nonostante il successo della risoluzione al Congresso, non ha ottenuto abbastanza voti per essere a prova di veto. Il presidente Joe Biden ha promesso di porre il veto alla risoluzione. La sua amministrazione sostiene che il ribaltamento del SAB 121 indebolirebbe la capacità della SEC di proteggere gli investitori e il sistema finanziario dai rischi legati alle criptovalute.

Tuttavia, legislatori come il deputato Mike Flood, che ha sponsorizzato la risoluzione, continuano a sollecitare il presidente a riconsiderare.

“Il presidente dovrebbe firmare la mia risoluzione per garantire che la SEC inverta la rotta e metta l’America su un percorso per far crescere il nostro futuro finanziario digitale”, ha aggiunto il rappresentante Flood.

L’amministrazione Biden ha recentemente intensificato la sua posizione normativa contro l’industria delle criptovalute. In risposta, i leader del settore stanno raccogliendo sostegno per i candidati politici pro-crypto.

Coinbase ha lanciato un nuovo comitato di azione politica (PAC) chiamato “Stand With Crypto” per sostenere finanziariamente i candidati crypto-friendly. Anche figure di spicco come Mark Cuban e Hayden Adams hanno avvertito che l’attuale posizione di Biden potrebbe influenzare le prossime elezioni.

Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
Wirex App Wirex App Esplorare
SunContract SunContract Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
Wirex App Wirex App Esplorare
SunContract SunContract Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

Lynn-Wang.png
Lynn Wang è una giornalista esperta di BeInCrypto e si occupa di un'ampia gamma di argomenti, includendo i real world asset (RWA) tokenizzati, la tokenizzazione, l'intelligenza artificiale (AI), l'applicazione delle normative e gli investimenti nel settore delle criptovalute. In precedenza, ha guidato un team di creatori di contenuti e giornalisti per BeInCrypto Indonesia, concentrandosi sull'adozione delle criptovalute e della tecnologia blockchain nella regione, nonché sugli sviluppi...
Leggi la biografia completa