Per saperne di più

Il Tesoro degli Stati Uniti avvisano: Le NFT sono un focolaio di frodi e truffe, chiede una regolamentazione più severa

2 mins
Aggiornato da Mary Basile

In breve

  • I fondi di cassa statunitensi segnalano un alto rischio di frode, sollecitando regolamenti più severi per prevenire le attività illecite.
  • Il rapporto riporta le vulnerabilità della NFT, includendo il riciclaggio di denaro e le minacce informatiche.
  • L'Ufficio statunitense per i diritti d'autore ritiene adeguata l'attuale struttura legale, nonostante le preoccupazioni del Tesoro.
  • promo


Un recente rapporto del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha intensificato le preoccupazioni sui token non fungibili (NFT), definendoli altamente suscettibili di truffe e frodi.

Il rapporto chiede di rafforzare le misure normative per mitigare questi rischi. Questa valutazione pone gli NFT sotto i riflettori come bersaglio primario di un uso improprio da parte dei criminali, includendo il riciclaggio di denaro.

I fondi di cassa statunitensi suggeriscono regolamenti specifici per gli NFT

Gli NFT, la cui popolarità è aumentata nel 2021, sono asset digitali unici garantiti dalla tecnologia blockchain. In parole povere, ogni NFT include un certificato digitale di autenticità che, in teoria, è a prova di manomissione.

Tuttavia, il Tesoro sottolinea che il fascino e la volatilità dei prezzi dei NFT li rendono interessanti per le attività illecite.

“La valutazione del rischio esamina come le vulnerabilità associate agli NFT e alle piattaforme NFT possano essere sfruttate per scopi finanziari illeciti, includendo il riciclaggio di denaro, il finanziamento del terrorismo e il finanziamento della proliferazione”, riporta il rapporto di valutazione del rischio.

Inoltre, il rapporto evidenzia significative vulnerabilità della cybersicurezza e problemi legali legati alla protezione dei diritti d’autore e dei marchi. Inoltre, alcune piattaforme NFT sono state segnalate per la mancanza di controlli sufficienti a contrastare il riciclaggio di denaro, il finanziamento del terrorismo e l’evasione delle sanzioni.

Per saperne di più: Le truffe più comuni di criptovalute fino a 2024

Di conseguenza, i fondi di cassa hanno richiesto una regolamentazione più severa a seguito di una valutazione del rischio nazionale che ha identificato diversi rischi di finanza illecita associati agli asset virtuali. Di conseguenza, ha invitato il governo statunitense a collaborare con gli alleati internazionali per affrontare queste sfide globali.

“Le autorità competenti dovrebbero prendere in considerazione ulteriori regolamenti o linee guida specifiche per gli NFT e valutare le opportunità di fornire ulteriore chiarezza sugli obblighi esistenti per le piattaforme NFT applicabili”, riporta il Rapporto.

Casi Legali degli NFT e conclusioni

Recenti casi legali evidenziano la natura pressante di questi problemi. Ad esempio, nel novembre 2023, Aurelien Michel, creatore degli NFT “Mutant Ape Planet”, ha confessato di aver frodato gli investitori.

Il suo caso illustra il potenziale di frode del mercato degli NFT. Michel ha riconosciuto il suo ruolo in un’associazione a delinquere finalizzata a ingannare i consumatori attratti dai mercati digitali emergenti, accettando di rinunciare a 1,4 milioni di dollari.

Inoltre, il Federal Bureau of Investigation (FBI) ha avvisato della crescente sofisticazione delle truffe di NFT, che sfruttano l’interesse per questi asset digitali. Inoltre, un uomo di Los Angeles è stato condannato a otto anni di carcere per reati correlati, includendo l’imitazione di un addetto all’assistenza Apple per rubare criptovalute e NFT.

Nonostante questi sviluppi inquietanti, uno studio congiunto dell’Ufficio statunitense per i diritti d’autore e dell’Ufficio statunitense per i brevetti e i marchi ha rilevato che l’attuale struttura legale è adeguata per gestire le complessità degli NFT e le leggi sulla proprietà intellettuale. Avviato da una richiesta del Congresso, questo studio ha comportato ricerche approfondite e discussioni pubbliche.

Lo studio è giunto alla conclusione che non sono necessarie nuove regolamentazioni per gli NFT, grazie all’ampio feedback delle varie parti interessate. Queste prospettive divergenti sulla necessità di una nuova regolamentazione degli NFT sottolineano la complessità della gestione dei cespiti digitali.

Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
Wirex App Wirex App Esplorare
SunContract SunContract Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
Wirex App Wirex App Esplorare
SunContract SunContract Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

frame-2264-1.png
Harsh Notariya è un giornalista di BeInCrypto, che scrive di vari argomenti, includendo le reti decentralizzate di infrastrutture fisiche (DePIN), la tokenizzazione, gli airdrop di criptovalute, la finanza decentralizzata (DeFi), i memecoin e le altcoin. Prima di entrare in BeInCrypto, è stato consulente della comunità presso Totality Corp, specializzandosi nel metaverso e nei token non fungibili (NFT). Inoltre, Harsh è stato scrittore e ricercatore di contenuti sulla blockchain presso...
Leggi la biografia completa