Per saperne di più

Perché FTX sta vendendo questa società 20 volte al di sotto del prezzo di acquisto?

2 mins
Aggiornato da Mary Basile

In breve

  • FTX intende vendere CoinList, una sussidiaria, per 500.000 dollari, un ventesimo del suo costo di acquisizione originale.
  • Alvarez & Marshal ha ritenuto il prezzo di vendita equo, considerando le condizioni di mercato e gli accordi di licenza.
  • In precedenza CoinList ha dovuto affrontare problemi finanziari, negando problemi di liquidità nonostante le passate difficoltà tecniche.
  • promo


In un documento del tribunale, FTX ha annunciato l’intenzione di svendere la sua sussidiaria, Digital Custody Inc. per circa un ventesimo del prezzo di acquisto iniziale, attraverso due transazioni nel 2021 e nel 2022.

La proprietà di FTX sta svendendo gli asset per aumentare la liquidità, con l’obiettivo di rimborsare gli oltre milioni di creditori.

FTX intende vendere la custodia digitale a CoinList

Un documento del tribunale rivela che la FTX ha intenzione di vendere la sua sussidiaria, Digital Custody Inc (DCI), al piattaformadiscambio CoinList per 500.000 dollari. FTX aveva inizialmente acquistato DCI da Terrence Culver per 10 milioni di dollari, segnando una differenza di venti volte nel prezzo di vendita.

“Come stabilito nella Sezione 1.1 dell’Accordo, il prezzo di acquisto complessivo delle Partecipazioni è costituito da (i) 500.000 dollari in contanti, più (ii) la Quantità in contanti acquisita di cui alla Sezione 1.4 dell’Accordo”.

Il consulente per la ristrutturazione di FTX, Alvarez & Marshal, ritiene che il prezzo sia equo per questo momento del mercato. Il creditore di FTX e commentatore online noto come Sunil lo ha evidenziato su X (ex Twitter):

“A&M (UCC/Ad hoc agrees) dice che questo riflette un prezzo equo per la preziosa licenza del South Dakota che le permette di fornire la custodia”.

Leggi anche: Le truffe più comuni di criptovalute fino a 2024

FTX rimane impegnata negli sforzi di ristrutturazione e nell’avanzamento della procedura fallimentare. Nel frattempo, le speculazioni suggeriscono che i creditori voteranno presto sul piano proposto.

Tuttavia, i detentori di criptovalute sono preoccupati per il fatto che il piano proposto comporta la liquidazione di una quantità sostanziale di asset di criptovalute, il che potrebbe potenzialmente influenzare i prezzi degli asset.

Preoccupazioni sulla salute finanziaria di CoinList negli ultimi tempi

Nello stesso periodo in cui FTX è crollata nel novembre 2022, si sono verificate anche speculazioni sulla salute finanziaria di CoinList.

Nel novembre 2022, BeInCrypto ha riportato che CoinList ha respinto tutte le voci sul fatto che la piattaforma di scambio fosse illiquida o insolvente, affermando che le voci erano “FUD”.

CoinList ha chiarito che i problemi incontrati erano di natura tecnica e riguardavano i depositi e i prelievi.

Tuttavia, CoinList ha ricevuto 35 milioni di dollari quando Three Arrows Capital è fallita.

C’erano motivi legittimi per preoccuparsi, dato che CoinList stava cancellando in massa i conti KYC all’inizio del 2021. Altri utenti hanno visto che anche i loro conti sono stati cancellati, perdendo l’accesso ai loro fondi.

Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
Wirex App Wirex App Esplorare
SunContract SunContract Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
Wirex App Wirex App Esplorare
SunContract SunContract Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

ciaran-lyons-avatar.png
Ciaran è un giornalista specializzato in criptovalute con sede a Sydney, in Australia. Gli piace particolarmente scrivere sugli sviluppi del CBDC e sulle implementazioni pratiche delle criptovalute in scenari reali. È anche apparso sulle principali reti televisive australiane includendo Channel Ten, Channel Nine e SBS TV. Prima di entrare nel mondo delle criptovalute, Ciaran ha lavorato come presentatore presso l'emittente radiofonica nazionale Triple J.
Leggi la biografia completa