Per saperne di più

Willy Woo: il Bitcoin (BTC) supera tutti gli asset mondiali 3 volte su 4: Ecco come

3 mins
Aggiornato da Mary Basile

In breve

  • Il famoso analista sulblockchain Willy Woo ha pubblicato oggi un confronto tra il Bitcoin e i maggiori asset del mondo.
  • Risulta che in ogni ciclo di 4 anni, il Bitcoin domina completamente i potenziali rendimenti dei mercati finanziari per 3 anni.
  • I grafici a lungo termine che confrontano il rendimento del BTC con l'oro e l'SPX rafforzano ulteriormente la tesi dell'analista.
  • promo


Uno dei primi fatti degni di nota che un neofita delle criptovalute impara è la forma del grafico a lungo termine del Bitcoin. La curva logaritmica sistematicamente crescente è la prova dell’esplosione del prezzo del BTC negli ultimi 15 anni.

L’impressionante rendimento del Bitcoin ha spinto Willy Woo a mettere a confronto la più antica criptovaluta con le più grandi asset class di oggi. Confrontando il rendimento annuale di tutti i principali asset, si scopre che in 3 anni su 4 il Bitcoin supera tutti i suoi concorrenti. Tuttavia, 1 anno su 4 si ritrova regolarmente in fondo alla classifica, registrando perdite enormi.

Il Bitcoin supera tutte le asset class – 3 anni su 4

In un recente grafico su X, Willy Woo confronta il rendimento annuale delle principali asset class rispetto al Bitcoin. Tra queste figurano l’oro, l’indice S&P 500 Total Return (SPX), l’indice S&P U.S. Aggregate Bond (AGG), l’indice U.S. High Yield Corporate Bond (HY), l’indice Dow Jones Emerging Markets Total Return (EM) e l’indice Dow Jones Commodity (CMT).

Willy Woo compila i risultati degli ultimi 11 anni: dal 2013 al 2023. In questo periodo, il mercato delle criptovalute ha attraversato quasi tre cicli di 4 anni e ha sperimentato 3 mercati ribassisti. I cali annuali hanno periodicamente fatto precipitare il BTC in fondo alla classifica degli asset globali, registrando cali che vanno dal -58% al -73% all’anno.

Bitcoin vs global assets
Bitcoin vs asset globali / Fonte: X

Tuttavia, a parte gli anni ribassisti (2014, 2018 e 2022), in cui è meglio stare alla larga dal mercato delle criptovalute, il Bitcoin è il chiaro leader del gruppo. Su base annua, negli anni rialzisti, il BTC ha generato profitti che vanno dal 37% (2015) al 5516% (2013).

L’indice Dow Jones Emerging Markets Total Return (EM) ha registrato il maggior guadagno del 35% negli 11 anni analizzati. In un commento alla sua compilazione, Willy Woo aggiunge un’osservazione ironica in relazione all’ETF sul Bitcoin lanciato di recente da Blackrock:

“Blackrock ve lo dirà, ora che ha un prodotto da offrirvi”.

L’oro sta sanguinando contro il BTC

A conferma del dominio del Bitcoin, evidenziato oggi da Willy Woo, si possono osservare i grafici a lungo termine dell’oro e dell’SPX rispetto al BTC. Nel primo, confrontiamo il rendimento di un investimento di 1 dollaro quando il Bitcoin ha ricevuto il suo primo prezzo di mercato nel 2009.

Se il BTC fosse stato acquistato a 1 dollaro circa 14,5 anni fa e non fosse stato venduto fino ad oggi, l’investimento avrebbe una quantità di 38,5 milioni di dollari oggi. Al contrario, investire lo stesso dollaro in oro all’epoca avrebbe fruttato 1,94 dollari.

BTC vs Gold
BTC vs Oro / Fonte: charts.woobull.com

Possiamo quindi vedere come il grafico del valore dell’oro rispetto al BTC (rosa) sia costantemente diminuito, registrando picchi e minimi sempre più bassi.

Inoltre, i profitti derivanti dall’investimento in BTC potrebbero essere realizzati non solo acquistando la criptovaluta più antica quando è entrata nel mercato, ma in qualsiasi momento. Ecco come Willy Woo confronta l’acquisto di BTC in qualsiasi momento per 1 dollaro con l’acquisto di oro per la stessa quantità:

BTC vs gold
BTC vs oro / Fonte: charts.woobull.com

Chiaramente, Willy Woo si riferisce a Peter Schiff, che da anni promuove l’oro criticando il Bitcoin. Ecco perché l’analista include questo commento sotto il grafico:

“Dedico umilmente questo grafico a @PeterSchiff per onorare la sua instancabile promozione del Bitcoin al suo pubblico. Gli siamo eternamente grati”, ha dichiarato Peter Schiff.

La volatilità del BTC batte quella dell’S&P 500

Tuttavia, l’oro – ampiamente considerato un bene rifugio – non è l’unico asset globale che appare estremamente ribassista nei confronti del Bitcoin. La situazione è simile se si osserva il grafico dell’indice S&P 500 (SPX), un paniere di società leader negli Stati Uniti.

Certo, a differenza dell’oro, l’SPX (linea verde) genera profitti su base annua e si colloca in alto nell’analisi di Willy Woo. Tuttavia, è decisamente in contrasto con il grafico a lungo termine del BTC (linea rossa).

BTC vs SPX
BTC vs SPX / Fonte: inflationchart.com

Ecco perché il Bitcoin, leader del mercato delle criptovalute, è l’asset più volatile e allo stesso tempo più redditizio al mondo. Per coloro che sono in grado di identificare i mercati ribassisti e rialzisti a lungo termine e i cicli quadriennali del mercato delle criptovalute, il BTC è un vero e proprio rifugio con il potenziale di grandi aumenti durante i periodi di mercato rialzista.

Per le ultime analisi del mercato delle criptovalute di BeInCrypto, cliccate qui.

Top piattaforme di crypto in Italia | Aprile 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

91fede6fd9bb30cda0f788b1372d931a?s=120&d=wp_user_avatar&r=g
Dottore di ricerca e professore assistente presso un'università internazionale di Lublino, Polonia. Ha trascorso 10 anni a studiare filosofia della natura e scienza dello sport. È autore di 4 libri e di due dozzine di articoli scientifici. Ora usa la sua mente per i benefici della comunità crittografica. Appassionato di analisi tecnica, guerriero di Bitcoin e forte sostenitore dell'idea di decentralizzazione. Duc in altum!
Leggi la biografia completa