Per saperne di più

L’UE dichiara illegale il MEV in base alle nuove normative sul mercato delle criptovalute

2 mins
Aggiornato da Mary Basile

In breve

  • Il regolamento MiCA dell'UE etichetta il Maximum Extractable Value (MEV) come abuso di mercato illegale per frenare la manipolazione delle criptovalute.
  • L'ESMA richiede alle piattaforme di trading di monitorare e segnalare le attività sospette del MEV, con una bozza di modello da aggiornare.
  • L'UE rischia di rimanere indietro rispetto agli Stati Uniti se non agisce con decisione sul MEV, avverte Patrick Hansen di Circle.
  • promo


L’Unione Europea (UE) ha etichettato il Valore Massimo Estraibile (MEV) come abuso di mercato illegale ai sensi del suo regolamento sui mercati delle cripto-attività (MiCA).

Questa mossa significativa mira a frenare la sofisticata manipolazione del mercato e a consentire a tutti i partecipanti di impegnarsi in modo equo.

MEV si riferisce al blocco di profitto che i produttori possono ottenere riordinando, includendo o escludendo le transazioni all’interno di un blocco. Questa manipolazione può rendere il sistema ingiusto, dando un vantaggio a chi ha più risorse e conoscenze tecniche. Patrick Hansen, responsabile della strategia e delle politiche dell’UE di Circle, ha sottolineato la gravità del problema.

“Il ben noto MEV, in cui un miner riordina le transazioni per anticipare transazioni specifiche e realizzare un profitto, suggerisce chiaramente un abuso di mercato”, ha spiegato.

Misure normative e definizioni dell’UE

L’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) ha delineato misure per affrontare il MEV. Secondo l’ESMA, le piattaforme di trading sono tenute a monitorare e segnalare le attività sospette di MEV e gli standard proposti includono procedure dettagliate per il rilevamento degli exploit.

Attualmente, la bozza del modello dell’ESMA non è definitiva e potrebbe subire modifiche nei prossimi mesi. L’autorità di regolamentazione ha fissato al 25 giugno la scadenza per la presentazione di feedback da parte delle parti interessate sulle bozze degli standard.

Per saperne di più: Le migliori piattaforme di scambiare criptovalute in Europa

MEV è stato controverso nella comunità blockchain dal 2018, gonfiando i costi di transazione, minando la sicurezza della rete e promuovendo il trading sleale. Riordinando le transazioni, i miner acquisiscono valore, portando a commissioni più elevate e inefficienze.

Volti di spicco dell’industria delle criptovalute stanno suggerendo vari modi per risolvere questo problema. Vitalik Buterin, co-fondatore di Ethereum, ha recentemente affrontato i problemi di MEV. Ha ipotizzato di ridurre il MEV attraverso protocolli che nascondono i dettagli delle transazioni fino a quando non vengono confermati e di separare i proponenti delle transazioni dai costruttori di blocchi per limitare l’estrazione di valore ingiusto.

Anche le autorità di regolamentazione finanziaria degli Stati Uniti sono consapevoli della minaccia del MEV. Illustrativo di questo, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DOJ) ha annunciato l’arresto di due fratelli per aver utilizzato tattiche MEV per rubare 25 milioni di dollari da Ethereum. Sono accusati di frode e riciclaggio di denaro, con potenziali condanne a 20 anni di carcere.

Infine, i progetti di norme dell’ESMA propongono un approccio collaborativo all’applicazione delle norme, sollecitando la cooperazione tra le autorità all’interno e all’esterno dell’UE. Una volta finalizzati, questi standard daranno forma all’ambiente normativo delle criptovalute dell’UE e costituiranno un precedente per altre giurisdizioni.

Top piattaforme di crypto in Italia | Giugno 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

da475f486647738b39c0c88a3e7d115d.jpg
Dopo aver svolto un tirocinio presso un'azienda nazionale di media blockchain mentre era iscritto all'università in relazioni internazionali, ha lavorato come stagista presso due aziende straniere di scambio di criptovalute. Attualmente, come giornalista, si concentra sul mercato giapponese degli asset crittografici, con analisi sia tecniche che fondamentali. Scambia asset crittografici dal 2021 e si interessa di questioni economiche e sociali.
Leggi la biografia completa