Per saperne di più

Titan Global Capital Management patteggia con la SEC per le accuse di aver ingannato i clienti

3 mins
Aggiornato da

La Securities and Exchange Commission (SEC) ha avviato un’azione legale contro Titan Global Capital Management USA LLC, un consulente d’investimento fintech con sede a New York. L’azienda pagherà oltre 1 milione di dollari per risolvere le accuse senza ammettere le conclusioni della SEC.

L’autorità di vigilanza finanziaria ha accusato la società di aver utilizzato metriche di rendimento ipotetiche e ingannevoli nei suoi annunci. Inoltre, Titan ha dovuto affrontare le accuse di violazioni della conformità che hanno diffuso informazioni errate sulla custodia delle attività in criptovalute dei clienti, l’uso di “clausole di copertura” improprie nei contratti con i clienti, l’uso non autorizzato delle firme dei clienti e la mancata definizione di protocolli per la negoziazione di attività in criptovalute da parte dei dipendenti.

Titan avrebbe ingannato i clienti sulle modalità di detenzione degli asset in criptovalute

Le accuse del 21 agosto sono le prime che denunciano una violazione della regola di marketing modificata della SEC, introdotta nel dicembre 2020. Un’unica regola ha sostituito le precedenti regole sulla pubblicità e sulla sollecitazione di denaro.

Dall’agosto 2021 all’ottobre 2022, Titan, che dispone di un’app per il trading mobile, avrebbe condiviso sul proprio sito web informazioni fuorvianti relative a ipotetiche metriche di rendimento. Tra queste c’era la pubblicità di risultati di performance “annualizzati” che raggiungevano il 2.700% per la strategia Titan Crypto.

Su quali asset investire quest’anno? Non cercate oltre: Cripto e azioni: Dove investire i vostri soldi nel 2023

La SEC sostiene che questi annunci erano ingannevoli e mancavano di informazioni fondamentali. Ad esempio, le proiezioni ipotetiche delle performance presupponevano che la performance iniziale di tre settimane della strategia si sarebbe mantenuta per un anno intero.

Inoltre, l’ordine della SEC sostiene che Titan ha violato le sue regole di marketing promuovendo metriche di rendimento ipotetiche.

Titan app.
Titan ha una popolare applicazione per la gestione della liquidità e degli investimenti. Fonte: Titan

L’indagine della SEC ha rilevato che Titan ha anche fornito dichiarazioni contraddittorie ai clienti su come custodire le attività in criptovalute. La società ha anche inserito un linguaggio nei suoi contratti di consulenza per i clienti, che implicava falsamente che i clienti avessero rinunciato a rivendicazioni legali non rinunciabili nei confronti di Titan.

Il consulente per gli investimenti pagherà più di 1 milione di dollari

Contrariamente a quanto dichiarato, Titan non ha implementato linee guida e procedure per il trading personale dei dipendenti in criptovalute. La società di trading avrebbe anche omesso di ottenere le firme dei clienti per alcuni tipi di transazioni sui conti dei clienti.

“Quando offrono e commercializzano strategie complesse, i consulenti per gli investimenti devono garantire l’accuratezza delle informazioni fornite agli investitori esistenti e potenziali. La Commissione ha modificato la norma sul marketing per consentire l’uso di metriche ipotetiche di rendimento, ma solo se i consulenti rispettano i requisiti ragionevolmente progettati per prevenire le frodi“, ha dichiarato in un comunicato Osman Nawaz, capo dell’Unità strumenti finanziari complessi dell’Enforcement.

“I messaggi pubblicitari e le informazioni fornite da Titan hanno fornito agli investitori un quadro fuorviante di alcune delle sue strategie. Questa azione serve da monito a tutti i consulenti per garantire la conformità”.

Titan ha accettato un ordine di cessazione delle attività, una censura e ha accettato di pagare 192.454 dollari per restituire i guadagni illeciti. L’azienda pagherà anche gli interessi e una multa di 850.000 dollari.

Il denaro sarà destinato ai clienti danneggiati. Nonostante l’accordo, Titan non ammette né nega le conclusioni della SEC.

L’autorità di vigilanza statunitense spesso si accorda con un’azienda accusata di illeciti per evitare lunghi procedimenti legali. In casi come questo, la società non si assume alcuna responsabilità legale per le accuse.

Top piattaforme di crypto in Italia | Giugno 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

6983c0cc6ae52f7eb1b493c85cde1016.png
Josh è un reporter presso BeInCrypto. Ha iniziato la sua carriera giornalistica oltre un decennio fa, coprendo inizialmente la musica prima di spostarsi verso la politica e gli attualità. Josh ha acquistato il suo primo Bitcoin nel 2014 e ha seguito lo spazio delle criptovalute da allora. È particolarmente interessato all'adozione di Web3, alle politiche e regolamentazioni, alle CBDC (Central Bank Digital Currency), alla privacy e al futuro del metaverso.
Leggi la biografia completa