Per saperne di più

Elon Musk ha fatto crollare il mercato? SpaceX vende 373 milioni di dollari di Bitcoin; QUBE è vicina a vendere la fase 3 della prevendita

3 mins
Aggiornato da Maria Petrova
Il Wall Street Journal (WSJ) ha recentemente evidenziato che la SpaceX di Elon Musk ha svalutato 373 milioni di dollari di Bitcoin (BTC) dal 2021 al 2022. Si ipotizza che questa sia la causa del recente crollo di oltre 2000 dollari del prezzo del BTC. Mentre le speculazioni rimangono sulla situazione esatta del BTC di Elon, un fatto che lo spazio delle criptovalute sta vivendo è la quasi completa fase 3 della prevendita di InQubeta (QUBE).

Mani di carta

Il 17 agosto il prezzo del BTC è sceso da circa 28.400 dollari a 25.649 dollari in seguito a un articolo del WSJ, che ha evidenziato come SpaceX, l’azienda di tecnologia aerospaziale di Elon Musk, abbia svalutato il valore di una certa quantità di BTC in un periodo di due anni. “SpaceX ha svalutato il valore dei bitcoin che possiede per un totale di 373 milioni di dollari l’anno scorso e nel 2021 e ha venduto la criptovaluta”, ha riferito il media mainstream. La scoperta sarebbe stata fatta dopo aver visionato i documenti finanziari di SpaceX. Anche se non è ancora stato confermato se l’intera scorta di 373 milioni di dollari sia stata venduta, la scoperta ha scatenato la confusione nel mondo delle criptovalute. Si ritiene inoltre che questa notizia sia una delle cause principali del calo del prezzo del BTC, sebbene alcuni criptogiocatori neghino che sia stata un catalizzatore. Gli interrogativi sullo stato effettivo delle partecipazioni di SpaceX in BTC continuano a turbinare nell’ecosistema. Tuttavia, riconoscendo che Elon Musk ha “mani di carta”, il che significa che non può detenere le sue criptovalute a lungo termine, i sostenitori del Bitcoin invitano i trader e gli investitori a resistere alle tendenze manipolative della paura, dell’incertezza e del dubbio (FUD). Attualmente scambiato a 26.079 dollari secondo CoinMarketCap, al momento in cui scriviamo, il BTC sta lasciando gli analisti e gli osservatori a riflettere sulla sua direzione. Non è così per la cripto AI, $QUBE, dell’ecosistema InQubeta, che si sta rapidamente avvicinando al tutto esaurito nella terza fase della sua prevendita.

Il sell-out del gettone QUBE

Grazie al suo approccio innovativo nell’affrontare la sfida dei finanziamenti per le startup AI, InQubeta si è guadagnata un’attenzione impressionante da parte di investitori e osservatori di criptovalute. Creando una piattaforma, il suo mercato NFT, che consente investimenti frazionari in startup AI attraverso l’uso di $QUBE, InQubeta ha presentato un ecosistema di investimento democratizzato accessibile a un’ampia gamma e livello di investitori. Le startup di IA possono raccogliere fondi offrendo ricompense e NFT basati su azioni che gli investitori possono acquistare. Diversi livelli di investitori, indipendentemente dalla classe di reddito, possono partecipare poiché il mercato consente di coniare NFT come opportunità di investimento e di rappresentarli come parti frazionate. QUBE offre una rara opportunità agli individui appassionati della crescita e del successo della tecnologia AI di investire nel settore in crescita dell’AI che, secondo Statista, ha un valore di quasi 100 miliardi di dollari, si prevede che crescerà di venti volte entro il 2030, fino a quasi 2.000 miliardi di dollari, e copre un vasto numero di settori. Il whitepaper di InQubeta rivela che, in quanto token deflazionistico sulla blockchain di Ethereum, QUBE è molto più di un semplice potere d’acquisto per gli NFT. Il token offre anche ricompense per le puntate e rende possibile la partecipazione alla governance. Il token ha “una tassa del 2% su tutti gli acquisti e le vendite che vanno a un portafoglio in fiamme, il che contribuisce ad aumentare il valore del token nel tempo”. Inoltre, QUBE ha una tassa di vendita del 5% che va a un pool di ricompense dedicato, consentendo agli investitori di guadagnare ricompense puntando i loro token”. Poiché QUBE favorisce la crescita delle startup di IA, acquista rilevanza non solo nell’ecosistema delle criptovalute, ma anche nel settore dell’IA. Il team di InQubeta è preparato per i diversi spazi che occupa, come dimostra la verifica KYC da parte di BlockAudit e la verifica dei token da parte di Hacken. Dopo aver raccolto più di 2,2 milioni di dollari e con quasi l’80% di raccolta nella fase di prevendita 3, InQubeta sta sicuramente per aiutare gli investitori a dare forma alla prossima generazione di innovazione tecnologica. Visita la prevendita di InQubeta
Top piattaforme di crypto in Italia | Giugno 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

images-e1706008039676.jpeg
Advertorial è il nome dell'autore universale per tutti i contenuti sponsorizzati forniti dai partner di BeInCrypto. Pertanto, questi articoli, creati da terze parti per scopi promozionali, potrebbero non essere in linea con le opinioni o le opinioni di BeInCrypto. Anche se ci sforziamo di verificare la credibilità dei progetti presentati, questi articoli sono destinati alla pubblicità e non devono essere considerati come consulenza finanziaria. I lettori sono incoraggiati a condurre ricerche...
Leggi la biografia completa