Per saperne di più

La SEC accusa Binance di essere “non collaborativa” nell’ultimo deposito in tribunale

3 mins
Aggiornato da

La Securities and Exchange Commission (SEC) statunitense ha presentato nuovi documenti in cui esprime frustrazione per la mancanza di collaborazione da parte di Binance.US. Secondo l’agenzia, la risposta dell’exchange non è riuscita a dissipare le preoccupazioni sullo stato dei fondi dei clienti.

Nonostante i tentativi in buona fede di collaborare, l’agenzia ha affermato che Binance non ha dimostrato che i beni dei clienti sono detenuti negli Stati Uniti. Inoltre, non ha dimostrato che la sua attività è separata dall’entità internazionale.

La SEC presenta una petizione alla Corte su questioni che Binance.US ritiene prive di fondamento

Al contrario, Binance.US avrebbe prodotto 220 pagine di documenti con schermate che mancano di autorità a causa dell’assenza di firme e date. La SEC sostiene inoltre che la società ha negato l’accesso ai membri chiave del personale che intendeva far deporre, tra cui l’amministratore delegato Changpeng Zhao.

Binance.US avrebbe anche rinviato la richiesta dell’agenzia di comprendere la custodia dei beni dei clienti a Ceffu, un depositario offshore. La SEC sostiene che, nonostante abbia negato il coinvolgimento iniziale di Ceffu, Binance ha poi ammesso che il custode ha creato le chiavi dei portafogli freddi di Binance.US.

Di conseguenza, l’agenzia chiede al tribunale di ordinare a Binance di produrre i documenti richiesti e di respingere l’opposizione all’ordine di consenso originale della SEC, oltre a richiedere un periodo di scoperta prolungato di 14 giorni nel caso in cui l’ultima richiesta del tribunale venga approvata.

La SEC ha depositato l’ordinanza originale contro Binance.US il 17 giugno, sostenendo che vi fossero relazioni inappropriate tra la piattaforma Binance.US e Binance.com. La SEC ha accusato Binance.US di aver gestito in modo improprio i fondi dei clienti, di aver spostato ingenti somme all’estero e di aver ceduto gran parte della gestione ad altre entità di Binance.

Per capire la differenza tra Binance e Binance.US , cliccate qui.

All’inizio di questa settimana, Binance.US ha dichiarato che la SEC non ha prove di cattiva gestione e ha dimostrato “che tutti gli asset dei clienti sono completamente contabilizzati”.

“Binance.US ha prodotto oltre 5.000 pagine di documenti… e ha reso disponibili diversi dipendenti per le deposizioni”, ha dichiarato un portavoce.

BeInCrypto ha contattato Binance.US ma non ha ricevuto risposta.

Binance.US sostiene che le partenze ne garantiscono la sopravvivenza

Negli ultimi mesi, le entità di Binance hanno visto la partenza di diverse figure chiave, tra cui il suo CEO statunitense Brian Shroder e il Chief Strategy Officer Patrick Hillman. L’uscita di Shroder ha coinciso con la seconda grande ondata di licenziamenti della borsa, che sostiene di avere “sette anni di autonomia finanziaria… per servire i nostri clienti… come borsa di sole criptovalute”.

Binance.US trading volume dwindles as SEC demands more information on customer assets.
Il volume di scambi di Binance.US è calato significativamente da maggio | Fonte: CoinGecko

L’ultima tranche di licenziamenti ha riguardato un terzo della forza lavoro dell’exchange e segue l’uscita di 1.000 dipendenti all’inizio di quest’anno. Oltre a Shroder, Binance.US ha perso anche il responsabile legale Krishna Juvvadi e il responsabile dei rischi Sidney Majalya, come ha riportato BeInCrypto.

La scorsa settimana, due dirigenti russi, tra cui il vicepresidente Gleb Kostarev, hanno annunciato le loro partenze.

Preoccupati per il futuro di Binance? Trovate altre sedi per il trading di criptovalute qui.

Avete qualcosa da dire sulla richiesta di prove da parte della SEC sulla cattiva gestione dei beni dei clienti da parte di Binance.US, sulle recenti dimissioni di personale chiave o su qualsiasi altra cosa? Scriveteci o partecipate alla discussione sul nostro canale Telegram. Potete trovarci anche su TikTok, Facebook o X (Twitter).

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

482684f67f7c6a6c68bb22d21073cef7?s=120&d=wp_user_avatar&r=g
David Thomas si è laureato con lode in ingegneria elettronica presso l'Università di Kwa-Zulu Natal a Durban, in Sudafrica. Ha lavorato come ingegnere per otto anni, sviluppando software per processi industriali presso lo specialista sudafricano dell'automazione Autotronix (Pty) Ltd., sistemi di controllo minerario per AngloGold Ashanti e prodotti di consumo presso Inhep Digital Security, un'azienda di sicurezza nazionale interamente controllata dal conglomerato svedese Assa Abloy. Ha...
Leggi la biografia completa