Per saperne di più

Perché le borse di criptovalute dovrebbero aspettarsi un’applicazione continua della SEC, spiega un ex funzionario

2 mins
Aggiornato da

Un ex funzionario della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, John Reed Stark, ha previsto che l’autorità di regolamentazione finanziaria continuerà il suo attacco normativo contro gli scambi di criptovalute.

In un lungo post del 12 agosto su X (ex Twitter), Stark ha spiegato perché ritiene che “l’azione di contrasto della SEC alle criptovalute non finirà mai”.

Perché la SEC prende di mira gli scambi

Stark ha dichiarato che il giro di vite della SEC sugli exchange di criptovalute è necessario perché non sono registrati. Ha osservato che queste piattaforme rappresentano un rischio sistemico per il sistema finanziario in generale, perché non operano sotto la supervisione di un ente regolatore.

Star ha ricordato che la missione principale della SEC è proteggere gli investitori, garantire mercati equi e facilitare la formazione del capitale. Ha inoltre spiegato perché le borse, i broker-dealer e le agenzie di compensazione devono registrarsi presso l’autorità di regolamentazione finanziaria. Secondo lui, questa registrazione sottopone le aziende a regole di responsabilità, trasparenza e anticonflittualità.

“Uno dei motivi per cui la SEC registra le piattaforme di trading di criptovalute è quello di gestire la litania dei conflitti di interesse che possono sorgere quando si agisce come intermediario di trading di titoli”.

Tuttavia, Stark ha osservato che le piattaforme di criptovaluta forniscono queste funzioni senza registrazione, evitando una supervisione normativa critica e creando spazio per i conflitti di interesse. Pertanto, la SEC, che non può monitorare la loro attività e analizzare i dati per individuare frodi e rischi, ricorre a cause legali.

Sotto la presidenza di Gary Gensler, la SEC ha avviato diverse azioni legali contro le società di criptovalute, tra cui Coinbase e Binance, per le loro violazioni della legge federale sui titoli. Il presidente Gensler ha anche sempre sostenuto che il settore delle criptovalute è pieno di non conformità.

“Senza l’intervento della SEC attraverso un’azione esecutiva, le società di trading di criptovalute possono anteporre i propri interessi finanziari a quelli del pubblico degli investitori”, ha dichiarato Stark.

L’ex funzionario della SEC ha inoltre descritto l’industria delle criptovalute come un fallimento in agguato. Secondo Stark, l’industria è un’impresa precaria in cui tutte le pretese di innovazioni future sono uno stratagemma.

Le parti interessate alle criptovalute non sono d’accordo

Tuttavia, le parti interessate al settore delle criptovalute sono sempre state in disaccordo con l’approccio alla regolamentazione del settore da parte della SEC. Diverse parti interessate hanno chiesto una legislazione adeguata alle esigenze del settore.

Nelle recenti memorie amicus depositate a sostegno della richiesta di Coinbase di archiviare la causa della SEC, diverse organizzazioni di lobbisti del settore crittografico, tra cui la senatrice statunitense Cynthia Lummis, hanno affermato che l’azione della SEC ha oltrepassato i limiti della sua autorità normativa.

Lummis, che sta sostenendo una legge sulle criptovalute al Congresso, sostiene che la causa contro Coinbase è una mossa dell’autorità di regolamentazione per avere un’influenza primaria “su questioni economiche, politiche e legali in corso di esame da parte del Congresso e di diverse agenzie”.

Top piattaforme di crypto in Italia | Giugno 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

oluwapelumi-adejumo.png
Oluwapelumi Adejumo
Oluwapelumi ritiene che il Bitcoin e la tecnologia blockchain abbiano il potenziale per cambiare il mondo in meglio. È un avido lettore e ha iniziato a scrivere di criptovalute nel 2020.
Leggi la biografia completa