Per saperne di più

Ecco i rischi di mostrare i profitti delle criptovalute sui social media

4 mins
Aggiornato da

Il mondo è pieno di storie di successo, soprattutto nel frenetico settore delle criptovalute. I social media hanno permesso a influencer e imprenditori di mostrare le loro storie di successo al pubblico globale.

Tuttavia, come hanno dimostrato i recenti tragici eventi, l’ostentazione della ricchezza in criptovalute può avere gravi conseguenze.

L’alto prezzo dell’esposizione pubblica

Un incidente agghiacciante che ha coinvolto Fernando Perez Algaba, un miliardario argentino, fa luce sui possibili pericoli di “ostentare” o vantarsi della propria ricchezza sui social media.

Il magnate che si è fatto da solo, famoso per aver noleggiato veicoli di lusso, venduto criptovalute e vantato uno stile di vita sfarzoso a quasi un milione di follower su Instagram, ha avuto una tragica fine. I suoi resti mutilati sono stati scoperti all’interno di una valigia vicino a un ruscello a Buenos Aires.

“Sono qui da tre giorni e non dormo quasi mai, pensando, rompendomi la testa, come sia potuto accadere. Ma non ho intenzione di stare fermo, non ho intenzione di fare giustizia con le mie mani, ma spero che venga fatta giustizia”, ha dichiarato il fratello di Algaba.

Fernando Algaba posa con auto di lusso. Fonte: @fernandoperezalgaba

La triste realtà della sua morte sottolinea i potenziali rischi dell’ostentazione di un’immensa ricchezza, in particolare nel mercato delle criptovalute.

Leggi di più: Influencer di criptovalute: Sono responsabili della promozione di truffe oscure?

Non si tratta di un caso isolato. Aiden Pleterski, definito il “Re delle criptovalute” dell’Ontario, in Canada, ha subito un’esperienza straziante. È stato rapito e torturato da aggressori che chiedevano un riscatto di almeno 3 milioni di dollari.

“È stato preso. L’hanno trattenuto per circa tre giorni, l’hanno portato in giro per varie zone dell’Ontario meridionale, l’hanno picchiato, torturato, gli hanno permesso di fare telefonate specifiche solo a persone specifiche. Io non ero una di quelle persone che poteva contattare”, ha detto il padre di Pleterski.

Pleterski era noto per aver vissuto in modo lussuoso, spendendo una notevole quantità di denaro invece di investirlo come aveva promesso. La sua ostentazione di ricchezza potrebbe aver attirato occhi malevoli, culminando nel suo tragico rapimento.

Aiden Pleterski posa con un’auto di lusso. Fonte: @aiden.ptrs

Ma c’è ancora di più. A Sydney, in Australia, Peter Vuong ha affrontato un incubo terrificante quando è stato rapito dal letto che condivideva con la fidanzata influencer Angel Bowyer. I presunti rapitori hanno poi chiesto un riscatto di 5 milioni di dollari a Tran Dinh, parente di Bowyer, trader di criptovalute.

“Abbiamo fissato il prezzo a 5 milioni di dollari…. Se non puoi soddisfare le nostre richieste, faremo a pezzi il tuo ragazzo finché non ci darai quello che vogliamo. Volete il suo corpo a pezzi? Preparate i 5 milioni di dollari. Avete 24 ore per sputare qualcosa di buono. Stiamo aspettando, i tempi corrono”, si legge nei presunti messaggi dei rapitori.

L’incidente è un’altra testimonianza delle minacce in agguato per coloro che mostrano pubblicamente o sono affiliati a importanti partecipazioni in criptovalute.

Per saperne di più: Influencer di criptovalute sorpresi a vendere e scaricare criptovalute a ignari investitori

Sebbene le specificità di questi casi differiscano, la narrazione di fondo rimane coerente. L’ostentazione di criptovalute, direttamente o indirettamente, è diventata un invito a potenziali danni.

Non fatelo per il grammo

Diversi fattori contribuiscono a questa crescente minaccia. Le criptovalute, soprattutto grazie alla loro natura decentralizzata e all’anonimato, sono diventate le preferite dai criminali. I riscatti richiesti in criptovalute sono più difficili da rintracciare rispetto ai metodi convenzionali, il che li rende un mezzo attraente per rapitori ed estorsori.

Inoltre, l’ascesa vertiginosa del mercato delle criptovalute e le storie di milionari di punto in bianco possono talvolta confondere i confini tra l’ostentazione del successo e l’invito al pericolo. Persone di alto profilo, spesso con un vasto seguito sui social media, potrebbero inavvertitamente diventare dei bersagli, data la facilità di accesso ai dettagli sul loro stile di vita, sulla loro posizione e sulle loro connessioni.

Per saperne di più: Ecco i miliardari cripto più ricchi del mondo

Ma il ritiro è la soluzione? Gli individui dovrebbero nascondere il loro successo, in particolare quando si tratta di valute digitali decentralizzate?

Se da un lato è imperativo celebrare i successi, dall’altro è altrettanto urgente esercitare discrezione. Si tratta di trovare un equilibrio tra la condivisione dei traguardi raggiunti e la salvaguardia della sicurezza personale.

Gli incidenti che hanno coinvolto Algaba, Pleterski e Vuong, tra gli altri, ricordano chiaramente l’aumento dei rischi in un mondo sempre più interconnesso. Nel settore delle criptovalute, dove il confine tra anonimato e pubblicità è sottile, gli individui devono agire con cautela.

Gliaspiranti investitori e gli influencer devono essere vigili mentre le criptovalute continuano ad essere adottate a livello globale. Per scoraggiare le potenziali minacce, occorre mantenere un basso profilo, evitare di mostrare apertamente la propria ricchezza e adottare misure di sicurezza rigorose.

Per saperne di più: Circa il 70% dei cripto-milionari ha usato questi 5 strumenti per massimizzare i guadagni

Dopo tutto, anche se l’industria delle criptovalute promette cambiamenti rivoluzionari, il vecchio adagio è ancora valido. La sicurezza prima di tutto.

Top piattaforme di crypto in Italia | Giugno 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

Frame-1934.png
Bary Rahma è una giornalista di talento, laureata in giornalismo alla New York University. Nella sua lunga carriera ha lavorato per rinomati media come la CNN, mettendo in luce le sue capacità investigative e di narrazione. Attualmente, Bary contribuisce con la sua esperienza a BeInCrypto, dove elabora articoli approfonditi sul dinamico settore delle criptovalute. Oltre al suo lavoro presso BeInCrypto, ha contribuito come scrittrice di contenuti per Binance, creando contenuti informativi...
Leggi la biografia completa