Per saperne di più

Il fiduciario del risanamento di Mt. Gox cambia la scadenza per il rimborso (ancora una volta)

2 mins
Aggiornato da

Ilfiduciario della borsa di Mt. Gox, responsabile del rimborso dei creditori dell’azienda, ha ufficialmente modificato la scadenza, prorogandola di un altro anno. Questo risultato non piacerà a coloro ai quali la defunta borsa di criptovalute deve ancora del denaro.

Il 21 settembre Nobuaki Kobayashi, fiduciario e avvocato di Mt. Gox, ha scritto di aver esteso il termine di rimborso dal 31 ottobre 2023 al 31 ottobre 2024.

Ritardo nei rimborsi di Mt. Gox

L’avvocato ha dichiarato che la proroga è stata concessa con l’autorizzazione della Corte distrettuale di Tokyo. Inoltre, viene prorogata la scadenza per il rimborso di base, il rimborso forfettario anticipato e il rimborso intermedio.

Nella lettera si osserva che i rimborsi potrebbero essere effettuati già alla fine di quest’anno per i creditori di riabilitazione che hanno già fornito le informazioni necessarie.

La lettera afferma che la scadenza è stata prorogata a causa dei limiti di tempo nella raccolta delle informazioni dai creditori di riabilitazione. Secondo la lettera, anche la conferma delle informazioni e la loro condivisione con le banche e le borse hanno causato ritardi.

“Il fiduciario per la riabilitazione non sarà in grado di completare i rimborsi entro la scadenza del rimborso di base, del rimborso forfettario anticipato e del rimborso intermedio, tutti fissati per il 31 ottobre 2023”.

Mt.Gox Rehabilitation Trustee letter. Source: X/@WuBlockchain
Lettera del fiduciario per la riabilitazione di Mt.Gox. Fonte: X/@WuBlockchain

Mt.Gox detiene 142.000 BTC, 143.000 BCH e 69 miliardi di yen (circa 465 milioni di dollari), tra gli altri, ha osservato l’osservatore del settore Colin Wu.

Le scadenze sono state prorogate più volte per i creditori della borsa Bitcoin fallita di Tokyo. I termini di selezione e registrazione sono stati prorogati prima al 10 marzo e poi al 6 aprile 2023.

Difesa con la calcolatrice

Il 13 settembre, il cofondatore di Mt. Gox Mark Karpelès ha dichiarato che una calcolatrice scientifica acquistata in carcere era sufficiente per preparare la difesa.

All’epoca, ha dichiarato che la calcolatrice era lo strumento preferito per i crimini legati alla contabilità e che lo ha aiutato a dimostrare che la società ha guadagnato più di quanto ha speso.

Il cofondatore di Ripple, Jed McCaleb, ha lanciato la borsa nel 2010. Tuttavia, nel febbraio 2014 Mt. Gox ha chiesto la protezione dalla bancarotta a Tokyo. Ciò ha fatto seguito alla perdita di oltre 800.000 BTC a causa di attività sospette sui portafogli.

Mt. Gox è stata una delle prime borse di criptovalute e ha facilitato oltre il 70% di tutti gli scambi di BTC al suo apice.

Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
PancakeSwap PancakeSwap Fino al 50% APR
Wirex App Wirex App Esplorare
M2 Exchange M2 Exchange Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
PancakeSwap PancakeSwap Fino al 50% APR
Wirex App Wirex App Esplorare
M2 Exchange M2 Exchange Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

profile.jpg
Martin Young è un esperto giornalista e redattore nel campo delle criptovalute con oltre 7 anni di esperienza nel coprire le ultime notizie e tendenze nello spazio degli asset digitali. È appassionato nel rendere comprensibili concetti complessi di blockchain, fintech e macroeconomia per il pubblico mainstream. Martin è stato pubblicato su importanti pubblicazioni finanziarie, tecnologiche e criptografiche tra cui BeInCrypto, CoinTelegraph, NewsBTC, FX Empire e Asia Times. I suoi articoli...
Leggi la biografia completa