Per saperne di più

Esclusivo Decentralizzazione scatenata: come Mask Network sta ripensando i social media e la privacy

7 mins
Aggiornato da Daria Krasnova

In breve

  • Mask Network sviluppa strumenti blockchain che consentono agli utenti di accedere alle dApp direttamente attraverso le piattaforme dei social media.
  • L'ambizioso obiettivo del progetto è quello di trasformare i social media in un ambiente sicuro e decentralizzato.
  • La fondatrice di Mask Network, Suji Yan, mira a ridefinire le nostre interazioni digitali, rendendole sicure e incentrate sull'utente.
  • promo



I social network decentralizzati rimangono un argomento caldo poiché le preoccupazioni sulla privacy dei dati, la censura e l’influenza aziendale continuano ad aumentare. Le persone cercano un maggiore controllo sulle loro interazioni digitali, quindi la promessa del Web3, che offre un’alternativa decentralizzata e controllata dall’utente, ha incuriosito sia i tecnologi che gli utenti comuni.

BeInCrypto ha incontrato Suji Yan, fondatore di Mask Network, per esplorare lo stato attuale di questa narrazione e il ruolo di Mask Network nel plasmare il futuro dei social network decentralizzati.

Mask Network, led by founder Suji Yan, develops blockchain-based tools that allow users to perform cryptocurrency transactions and access decentralized applications directly through social media platforms. Suji Yan, whose background includes roles as an AI engineer and journalist, is driven by a commitment to privacy and free speech. He envisions Mask Network as a cornerstone in creating an independent cyberspace where users govern themselves and interact without traditional corporate oversight. His ambitious goal is to transform social media into a secure, decentralized environment that supports a fully autonomous digital society.

Lo sviluppo iniziale e l’evoluzione della rete di maschere

Suji inizia tracciando le origini della sua azienda fino alle prime idee innescate dai limiti della finanza tradizionale. «Bitcoin è fantastico… Risparmia denaro, giusto? Bitcoin è il peer money e l’oro digitale. Ed Ethereum è la macchina programmabile, la macchina infinita su uno smart contract», articola.

La sua visione, tuttavia, si estende oltre queste tecnologie pionieristiche verso un obiettivo più grande: creare una società digitale completamente autonoma.

“Il mio sogno più grande, la mia prospettiva più grande per il nostro settore è che alla fine possiamo diventare un cyberspazio indipendente”, spiega, immaginando un nuovo tipo di governance, società e piattaforma di comunicazione basata sulla tecnologia blockchain. “Se vuoi creare una società, avrai bisogno delle tue piattaforme in cui le persone possano riunirsi e parlare senza preoccuparti che un giorno AWS ucciderà il server di Facebook e sarai de-piattaformato”.

Suji racconta con entusiasmo i primi giorni in cui Mask Network stava ancora prendendo forma. Il team è stato ufficialmente assemblato nel 2016, con la società che si è formata nel 2017 nel bel mezzo di un mercato rialzista con la sua mania per le ICO. Mask Network, tuttavia, era desiderosa di costruire una visione sostenibile a lungo termine. “Abbiamo fatto molte ricerche. Scriviamo un sacco di codici. E abbiamo costruito qualcosa che la gente non aveva mai visto prima”, dice, sottolineando lo spirito innovativo del suo team.

Mask Network ha rapidamente ottenuto il sostegno di figure chiave della comunità blockchain. I co-fondatori di Ethereum Vitalik Buterin e Mihai Aliesie sono stati i primi utenti dell’estensione Mask. Questo periodo di successiva adozione della loro tecnologia ha gettato solide basi per le ambizioni di Mask Network, ponendo le basi per un ulteriore sviluppo e una continua evoluzione verso una società digitale decentralizzata.

La lunga strada verso la decentralizzazione dei social network

Suji riconosce il viaggio verso la decentralizzazione dei social network come uno sforzo a lungo termine. Riflettendo sulle discussioni del 2018, ha notato come le principali piattaforme come Facebook abbiano inizialmente flirtato con la decentralizzazione prima di fare un passo indietro. È interessante notare che stanno rivisitando queste idee, parallelamente agli esperimenti intermittenti di X/Twitter con le strategie di decentralizzazione, anche durante il mandato di Jack Dorsey e più recentemente sotto la direzione di Elon Musk, che ha spostato la sua attenzione verso l’integrazione dell’intelligenza artificiale.

Questa narrazione sottolinea che lo sviluppo di una suite completa di tecnologie per i social network decentralizzati presenta sfide significative. A differenza delle applicazioni finanziarie più semplici nello spazio blockchain, come la DeFi o gli exchange di criptovalute, che beneficiano di metriche di successo chiare e misurabili come il volume degli scambi o il valore totale bloccato (TVL), le piattaforme social richiedono soluzioni complesse e sfumate che devono evolversi per soddisfare le diverse esigenze degli utenti e la natura dell’interazione sociale online. Questa complessità rende il percorso verso la decentralizzazione innovativo e irto di apprendimento e adattamento continui.

Nonostante tutti gli ostacoli, Suji rimane ottimista per il futuro, tracciando parallelismi con i primi giorni della DeFi, che ha anche affrontato lo scetticismo e la lenta crescita iniziale. Prevede una traiettoria simile per i social network decentralizzati, con un’accettazione graduale che porterà a scoperte più significative.

“I social network sono molto diversi… ha bisogno di una serie di eventi per far capire alle persone che abbiamo davvero bisogno di decentralizzazione”, spiega, citando momenti cruciali come lo scandalo Cambridge Analytica e le recenti azioni normative contro TikTok. “Per la DeFi ci sono voluti 7 anni: dalla storia di BitShare, alla storia di BitUSD e poi a EOS, poi le persone si sono spostate su Ethereum, poi l’estate della DeFi. Se la storia si ripete, vedremo il boom dei social network decentralizzati nel 2028, forse nel 2029”.

Suji ritiene che questi cambiamenti fondamentali nel campo digitale, catalizzati da importanti eventi pubblici, servano come momenti critici che alla fine guideranno l’adozione diffusa. La consapevolezza e la comprensione dell’importanza del controllo degli utenti sui dati personali aumenteranno, così come la domanda di soluzioni decentralizzate.

Le iniziative strategiche e il supporto all’ecosistema

Oltre a sviluppare la sua tecnologia proprietaria, Mask Network ha svolto un ruolo cruciale nel supportare i social network decentralizzati e i progetti infrastrutturali. Nel 2021, il team ha avviato la Bonfire Union, il braccio di venture capital coinvolto nel finanziamento di varie iniziative, tra cui piattaforme social, progetti di infrastrutture blockchain e altre tecnologie innovative che si allineano con l’etica decentralizzata di Mask Network.

Bonfire Union ha investito in una vasta gamma di progetti, tra cui:

  • Lens Protocol: un grafo sociale open source basato su blockchain creato per rimodellare il futuro dei concetti di social media.
  • Orbiter Finance: un bridge cross-rollup decentralizzato per il trasferimento di asset nativi di Ethereum.
  • Alt Layer: un fornitore di servizi di rollup aperto e decentralizzato.
  • GoPlus: una piattaforma di servizi di sicurezza aperta, permissionless e guidata dall’utente.
  • Sonorus — un protocollo decentralizzato per il voto e le ricompense musicali.
  • Oasys — una blockchain ecologica costruita per la comunità dei giocatori.
  • RSS3 — una rete decentralizzata che indicizza e struttura le informazioni aperte.

“L’AUM di Bonfire Union è di oltre 100 milioni di dollari, ma quando l’abbiamo lanciato era di soli 42 milioni di dollari”, riflette Suji. “Ci sono molte altre cose sociali in cui investiamo: social network decentralizzati, infrastrutture. VC finanziario, non vedono cosa sta succedendo. Ma siamo precoci e ci crediamo veramente, quindi sappiamo che ci sono molte cose che mancano in questo settore”.

Mask è diventato anche uno dei maggiori contributori di Mastodon, un social network decentralizzato e federato, e un azionista chiave di Lens Protocol, dimostrando un approccio strategico per alimentare la crescita dell’ecosistema.

L’impegno di Mask Network va oltre gli investimenti finanziari. Nel dicembre 2023, Mask ha istituito un’entità senza scopo di lucro, Mask Network Academy, che fornisce supporto finanziario e tecnologico alle migliori università e programmi di giornalismo del mondo per promuovere la ricerca e la narrazione del Web3.

“Ci impegniamo attivamente con le istituzioni educative di tutto il mondo per promuovere una comprensione più profonda della blockchain e delle tecnologie decentralizzate”, spiega Suji. “Ad esempio, abbiamo collaborato con l’Università di Scienza e Tecnologia di Hong Kong e supportato la Korea University, concentrandoci sull’incoraggiare i giovani studenti a esplorare le applicazioni decentralizzate. Riteniamo fondamentale sostenere questi sforzi educativi attraverso donazioni, come quella che abbiamo fatto alla Fondazione UOPI, utilizzando la criptovaluta per facilitare questi contributi. Il nostro obiettivo non è solo quello di finanziare, vogliamo ispirare e collaborare con la prossima generazione di innovatori che possano portare avanti la visione di un futuro decentralizzato”.

Questa dedizione all’istruzione e allo sviluppo evidenzia l’approccio olistico di Mask Network per far progredire l’ecosistema Web3. Fornendo sia supporto finanziario che opportunità pratiche, garantiscono che i talenti emergenti abbiano le risorse e le conoscenze necessarie per riuscire a plasmare un futuro digitale più decentralizzato e trasparente.

Una nuova era delle interazioni sociali

Suji ritiene che sia ancora troppo presto per valutare appieno l’impatto dei loro sforzi, osservando che molti nel settore hanno ancora bisogno di API, infrastrutture o soluzioni SaaS. In risposta, Mask Network prevede di offrire un supporto significativo fornendo infrastrutture gratuite al proprio ecosistema, che deve ancora essere annunciato pubblicamente. Questa iniziativa coprirà i costi dei server e del gas, consentendo ai progetti emergenti all’interno della loro rete di svilupparsi senza barriere finanziarie durante il loro primo anno.

Il fondatore di Mask Network ha spiegato che, sebbene l’azienda non possa coprire costi eccessivi per progetti che garantiscono finanziamenti sostanziali, il team si è impegnato ad aprire un gateway per coloro che sono ancora nelle prime fasi finanziarie. Questo supporto include SaaS gratuito e altre risorse di Mask Network e della sua DAO, eliminando l’onere delle commissioni sul gas e consentendo agli sviluppatori di concentrarsi sull’innovazione e sull’apprendimento.

Nella più ampia narrativa della blockchain e della decentralizzazione, sotto la guida di Suji Yan, Mask Network mira a essere più di un semplice fornitore di tecnologia. Sono profondamente coinvolti nella creazione di un framework decentralizzato per le interazioni sociali, in cui la privacy, la sicurezza e l’autonomia dell’utente sono fondamentali. Suji sottolinea l’importanza di questa missione con le sue stesse parole:

“La nostra visione in Mask Network è quella di promuovere un ambiente in cui la sovranità digitale sia la norma, non l’eccezione. Stiamo costruendo strumenti che consentono alle persone di controllare i propri dati, comunicare liberamente senza censura e effettuare transazioni in modo sicuro senza intermediari”.

Attraverso il continuo sviluppo di prodotti, iniziative comunitarie e partnership strategiche, Mask Network sta gettando le basi per quella che Suji ritiene sarà la prossima grande evoluzione nel modo in cui interagiamo online. L’integrazione di soluzioni blockchain avanzate nelle funzionalità quotidiane dei social media sta aprendo la strada a un futuro in cui le interazioni digitali sono tanto sicure e private quanto onnipresenti. L’impegno di Suji per questa visione è chiaro mentre guida Mask Network verso un mondo in cui le tecnologie decentralizzate ridefiniscono le nostre interazioni digitali, rendendole sicure e incentrate sull’utente.

Top piattaforme di crypto in Italia | Maggio 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

b89964d5d1b8350ba844c260d4714556.jpg
Daria Krasnova è una redattrice esperta con oltre 8 anni di esperienza nella scrittura e nella redazione. Ha collaborato sia con grandi nomi, includendo piattaforme di scambio e fornitori di ETF, sia con startup innovative. Daria crede fermamente nell'impatto positivo della tecnologia blockchain sul sistema finanziario e sulla nostra vita quotidiana.
Leggi la biografia completa