Per saperne di più

Perché questa azienda ha dovuto scaricare un investimento da 2,5 milioni di dollari in XRP

2 mins
Aggiornato da Mary Basile

In breve

  • Jupiter Asset Management ha stornato un investimento in XRP di 2,5 milioni di dollari a causa di problemi normativi.
  • L'incidente sottolinea la frammentarietà della posizione normativa dell'Unione Europea sugli investimenti in criptovalute.
  • Nonostante questa cancellazione, il prezzo di XRP non ha subito un impatto significativo, dimostrando la resistenza del mercato.
  • promo


Jupiter Asset Management ha recentemente affrontato una sfida significativa con il suo fondo Gold & Silver, domiciliato in Irlanda. È stato necessario scaricare l’investimento del fondo in un Ripple XRP Exchange Traded Product (ETP).

Questo incidente evidenzia le diverse sfide normative riguardo agli investimenti in criptovalute all’interno dell’Unione Europea.

Perché Jupiter Asset Management si è tirato indietro dall’investimento in XRP

Secondo il Financial Times, ciò è dovuto alle rigide norme irlandesi contro l’incorporazione di asset crittografici nei fondi UCITS (Undertakings for Collective Investment in Transferable Securities). L’investimento di Jupiter, inizialmente valutato in 2.571.504 dollari nell’ETP XRP di 21Shares, era in contrasto con le norme irlandesi. Di conseguenza, il fondo ha dovuto cancellare questa partecipazione.

“Lo scambio è stato effettuato, è stato rilevato dal nostro regolare processo di supervisione e poi è stato cancellato”, ha dichiarato il portavoce di Jupiter.

Nel frattempo, altri Paesi dell’Unione Europea, come la Germania, consentono una maggiore flessibilità negli investimenti in criptovalute, come dimostra il fondo Fintech di DWS, che include una nota negoziata in borsa di Ethereum. Tali disparità sottolineano la necessità di un approccio normativo unificato in tutta l’UE.

Nonostante l’incidente, il prezzo di XRP è rimasto inalterato. Al momento in cui scriviamo, scambia a 0,5654 dollari, con un aumento del 3% nelle ultime 24 ore.

Per saperne di più: Come guadagnare con le criptovalute in 2024?

XRP Price Performance
Rendimento del prezzo di XRP. Fonte: BeInCrypto

Inoltre, il caso del fondo di Jupiter fa luce sulle sfide più ampie che i gestori di fondi devono affrontare. Devono navigare nella linea sottile tra l’esplorazione di opportunità di investimento innovative e l’adesione a strutture normative rigorose. L’incoerenza degli atteggiamenti normativi nell’UE complica ulteriormente questo compito, creando un ecosistema di investimento frammentato.

Durante la conferenza Future of Asset Management, le autorità di regolamentazione europee hanno espresso riserve sull’ammissione di criptovalute nei fondi UCITS. Hanno suggerito che i fondi di investimento alternativi potrebbero essere adatti agli investitori al dettaglio che cercano un’esposizione alle criptovalute. Questo approccio cauto indica la più ampia enfasi europea sulla protezione degli investitori all’interno delle strutture dei fondi regolamentati.

Nel frattempo, negli Stati Uniti, il percorso verso l’approvazione degli ETF XRP spot appare irto di sfide, in particolare a causa delle incertezze normative che circondano XRP di Ripple. BlackRock, una delle principali società di investimento globali, ha deciso consapevolmente di non lanciare un ETF su Ripple XRP.

Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
Wirex App Wirex App Esplorare
SunContract SunContract Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
Wirex App Wirex App Esplorare
SunContract SunContract Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

frame-2264-1.png
Harsh Notariya è un giornalista di BeInCrypto, che scrive di vari argomenti, includendo le reti decentralizzate di infrastrutture fisiche (DePIN), la tokenizzazione, gli airdrop di criptovalute, la finanza decentralizzata (DeFi), i memecoin e le altcoin. Prima di entrare in BeInCrypto, è stato consulente della comunità presso Totality Corp, specializzandosi nel metaverso e nei token non fungibili (NFT). Inoltre, Harsh è stato scrittore e ricercatore di contenuti sulla blockchain presso...
Leggi la biografia completa