Per saperne di più

Genesis porta DCG in tribunale per 600 milioni di dollari di prestiti non pagati

2 mins
Aggiornato da

Ilprestatore di criptovalute fallito Genesis Global Capital (GGC) ha avviato una causa contro la sua società madre, Digital Currency Group (DCG), per il mancato rimborso di circa 630 milioni di dollari di prestiti.

Secondo il documento,

“GGC ha avviato questo procedimento giudiziario ai sensi della norma 7001(1) del Regolamento federale di procedura fallimentare per recuperare importi non contestati di beni digitali dovuti a GGC da DCGI in relazione a un prestito scaduto l’11 maggio 2023”.

Genesis fa causa a causa di prestiti scaduti non pagati

Secondo un recente deposito in tribunale, Genesis sostiene di aver concesso diversi prestiti a DCG, che non sono ancora stati pagati.

Nel giugno 2022, Genesis ha concesso a DCG un prestito a tempo indeterminato, per un importo principale di 18.697 Bitcoin (BTC). Nel novembre del 2022, DCG ha stipulato un prestito a tempo determinato per il saldo rimanente.

Nel documento si legge che,

“Il 10 novembre 2022 circa, il restante BTC in circolazione nell’ambito del Prestito DCGI è stato convertito in un prestito a tempo determinato con scadenza 11 maggio 2023”.

Genesis non ha ancora ricevuto il rimborso anche se il prestito ha completato la sua durata. “Di conseguenza, l’importo principale del Prestito DCGI è maturato e attualmente pagabile da DCGI a GGC”.

Le commissioni di mora erano del 5%, annualizzate e calcolate giornalmente. Tuttavia, Genesis sta perseguendo l ‘importo principale, escluse le spese di mora.

Per saperne di più sulle piattaforme di prestito della Finanza Decentrata (DeFi), leggete la guida di BeInCrypto: Le 5 migliori piattaforme di prestito DeFi

Preoccupazioni per il piano fallimentare di Genesis

Ciò avviene nel contesto della controversia in corso sulla tabella di marcia di Genesis per il pagamento dei debiti ai creditori.

Secondo un deposito giudiziario del 30 agosto, la borsa cripto Gemini ha contestato il piano di bancarotta di Genesis proposto da DCG.

Gemini ha affermato che il piano manca di chiarezza e di informazioni importanti che consentano ai creditori di coglierne i dettagli.

Nel documento si legge anche che,

“I Debitori hanno rivelato un ‘accordo di principio’ tra i Debitori. Il Comitato e DCG sono tristemente carenti di dettagli e restano soggetti a una documentazione definitiva”.

Il piano prevede che i creditori non garantiti possano ricevere tra il 70% e il 90% dell’importo dovuto in dollari USA. Per i recuperi in natura, la percentuale può variare dal 65% al 90%, a seconda dell’allocazione degli asset.

Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
Wirex App Wirex App Esplorare
SunContract SunContract Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
Wirex App Wirex App Esplorare
SunContract SunContract Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

ciaran-lyons-avatar.png
Ciaran è un giornalista specializzato in criptovalute con sede a Sydney, in Australia. Gli piace particolarmente scrivere sugli sviluppi del CBDC e sulle implementazioni pratiche delle criptovalute in scenari reali. È anche apparso sulle principali reti televisive australiane includendo Channel Ten, Channel Nine e SBS TV. Prima di entrare nel mondo delle criptovalute, Ciaran ha lavorato come presentatore presso l'emittente radiofonica nazionale Triple J.
Leggi la biografia completa