Per saperne di più

ETF Dogecoin (DOGE): Arthur Hayes, Raoul Pal intervengono

2 mins
Aggiornato da Bary Rahma

In breve

  • Arthur Hayes e Raoul Pal discutono del potenziale lancio di un ETF su Dogecoin, sottolineandone la rilevanza sul mercato.
  • Il sostegno di Elon Musk a Dogecoin potrebbe favorirne l'adozione e rafforzare l'ipotesi di un ETF su Dogecoin.
  • Gli esperti evidenziano le sfide normative e l'importanza della rilevanza culturale per le monete meme come Dogecoin.
  • promo


I leader del settore Arthur Hayes e Raoul Pal hanno condiviso le loro opinioni sul potenziale lancio di un fondo negoziato in borsa (ETF) di Dogecoin.

L’introduzione di ETF per Bitcoin ed Ethereum ha suscitato un notevole dibattito tra gli investitori su quali altre criptovalute potrebbero seguirne l’esempio.

Il potenziale dell’ETF Dogecoin aumenta

Arthur Hayes, co-fondatore di BitMEX, e Raoul Pal, CEO di Real Vision, hanno recentemente discusso del futuro di Dogecoin e del suo posto nel più ampio ecosistema finanziario. Entrambi hanno una storia di coinvolgimento nel mercato delle criptovalute e le loro prospettive hanno un peso significativo.

Hayes ha espresso la sua credenza nel potenziale di Dogecoin di assicurarsi un ETF. Ha sottolineato che la presenza consolidata di Dogecoin sul mercato, l’elevata capitalizzazione di mercato e la sua popolarità sono fattori chiave che potrebbero favorire questo sviluppo. Hayes ha anche sottolineato la sua quotazione su piattaforme come Robinhood, che la rende accessibile a un pubblico più ampio.

Raoul Pal ha fatto eco al pensiero di Hayes, sottolineando la posizione unica di Dogecoin come moneta meme originale. Ha osservato che la rilevanza culturale e l’umorismo di Dogecoin le conferiscono un netto vantaggio rispetto ad altre criptovalute più di nicchia.

Ad aumentare la pubblicità, sono emerse voci su una possibile integrazione di Dogecoin da parte di Elon Musk come metodo di pagamento per X (ex Twitter). Musk, noto per la sua influenza sul mercato delle criptovalute, è stato un convinto sostenitore di Dogecoin.

Questa integrazione potrebbe incrementare significativamente l’adozione di Dogecoin e fornire una solida base per un ETF redditizio.

“Sono ancora in DOGE perché penso che Elon [Musk] farà qualcosa con DOGE”, ha ipotizzato Pal.

Per saperne di più: Previsione del prezzo di Dogecoin (DOGE) 2024/2025/2030

Anche Hayes è d’accordo, notando che il coinvolgimento di Musk sarebbe un “cambio di gioco”. Potrebbe portare Dogecoin da una moneta meme a uno strumento finanziario mainstream.

La discussione ha toccato anche le attuali sfide del mercato degli ETF sulle criptovalute. Pal ha parlato dei suoi sforzi per convincere gli emittenti di ETF a prendere in seria considerazione Dogecoin. Ha raccontato con umorismo la sua conversazione con Jan van Eck, CEO di VanEck. Pal lo ha incoraggiato a presentare un ETF su Dogecoin nonostante gli ostacoli normativi.

“Jan, devi farlo. Dogecoin ha superato il Bitcoin in ogni ciclo. È sorprendentemente buona”, ha ricordato Pal.

Entrambi gli esperti hanno riconosciuto che il fenomeno delle meme coin è fondamentale nella cultura del mercato delle criptovalute. Tuttavia, hanno anche avvisato della natura effimera di molte monete meme, suggerendo che solo quelle con un appeal ampio e non offensivo potrebbero sostenere il successo a lungo termine.

“Penso che molte monete meme siano troppo specifiche, come alcune di quelle politiche. Sì, sono divertenti per un minuto, ma non hanno un valore culturale duraturo”, ha detto Hayes.

Per saperne di più: 7 monete e altcoin di tendenza per il 2024

Il potenziale di un ETF su Dogecoin solleva domande sul suo impatto sul mercato. Un ETF offrirebbe agli investitori tradizionali un modo regolamentato e semplice per ottenere un’esposizione alla Dogecoin, aumentando potenzialmente la sua domanda e la stabilità del mercato. Tuttavia, ciò comporta anche un controllo normativo e la necessità di strutture chiare per proteggere gli investitori.

Top piattaforme di crypto in Italia | Giugno 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

Frame-1934.png
Bary Rahma è una giornalista di talento, laureata in giornalismo alla New York University. Nella sua lunga carriera ha lavorato per rinomati media come la CNN, mettendo in luce le sue capacità investigative e di narrazione. Attualmente, Bary contribuisce con la sua esperienza a BeInCrypto, dove elabora articoli approfonditi sul dinamico settore delle criptovalute. Oltre al suo lavoro presso BeInCrypto, ha contribuito come scrittrice di contenuti per Binance, creando contenuti informativi...
Leggi la biografia completa