Per saperne di più

Charles Hoskinson critica la copertura ingiusta di Cardano da parte dei media

2 mins
Aggiornato da Lynn Wang

In breve

  • Charles Hoskinson, fondatore di Cardano, ha espresso la sua frustrazione per quella che considera una copertura mediatica ingiusta dei progressi della rete blockchain.
  • Ha proposto di creare un'organizzazione autonoma decentralizzata per i media, senza scopo di lucro, finanziata dai fondi di cassa di Cardano per garantire un'informazione corretta.
  • I critici sostengono che la rete sia una "catena zombie", ma i suoi sostenitori ribattono che la rete stava facendo passi avanti ed espansioni tecnologiche.
  • promo


Charles Hoskinson, fondatore di Cardano, ha espresso la sua frustrazione per ciò che percepisce come una copertura mediatica ingiusta della rete blockchain.

In un recente post su X, ha evidenziato una discrepanza tra le capacità di Cardano e la sua percezione pubblica.

Hoskinson lamenta la copertura mediatica di Cardano

Hoskinson ha sottolineato che, nonostante i numerosi sviluppi positivi degli ultimi mesi, i media e i crypto influencer continuano a ritrarre Cardano come un fallimento. Ha criticato questa narrazione, sottolineando i recenti progressi dell’ecosistema, includendo un imminente hard fork. Hoskinson ha inoltre affermato che Cardano continuerà a prosperare e a fornire soluzioni.

“È oltremodo patetico e riflette la bassa qualità e lo scarso impegno profuso nel nostro ecosistema. Cardano è qui per restare, ed è una forza trainante che trascinerà questo settore a calci e urla, se necessario, per risolvere i problemi economici, politici e sociali del mondo reale che tutti noi dobbiamo affrontare”, ha detto Hoskinson.

Per saperne di più: Chi è Charles Hoskinson, il fondatore di Cardano?

In risposta al non obiettivo percepito, Hoskinson pensa di creare un’organizzazione autonoma decentralizzata (DAO) senza scopo di lucro. Hoskinson ha dichiarato che questa DAO si concentrerebbe sul garantire un’informazione equa all’interno dell’industria delle criptovalute.

Ha quindi avviato un sondaggio su X per valutare il sostegno della comunità all’utilizzo dei fondi di cassa di Cardano per finanziare la DAO. In particolare, il 70% degli intervistati è favorevole alla mossa, e il voto dovrebbe terminare entro il 13 luglio.

Nel frattempo, non è la prima volta che Hoskinson affronta i critici di Cardano. La blockchain ha dovuto affrontare critiche per non aver soddisfatto le aspettative rispetto a concorrenti come Ethereum e Solana e lamentele per le difficoltà di prezzo dei token ADA.

All’inizio dell’anno, Forbes ha incluso Cardano nella sua lista di “catene zombie”, sostenendo che il valore della rete è principalmente guidato dalla popolarità di Hoskinson. Inoltre, Cardano ha visto un’adozione limitata nella finanza decentralizzata (DeFi), con il suo volume di scambi DEX che rappresenta solo lo 0,04% del mercato.

Ciononostante, Cardano continua a mettere in evidenza i suoi progressi tecnologici. La rete è all’avanguardia nella ricerca e nello sviluppo di scala e ha recentemente collaborato con una provincia argentina per promuovere l’adozione delle criptovalute.

Per saperne di più: Previsione del prezzo di Cardano (ADA) 2024/2025/2030

Sviluppo di Cardano
Lo sviluppo di Cardano. Fonte: Input Output

È inoltre previsto un importante hard fork nella seconda metà del 2024. Inoltre, Input Output, la società dietro Cardano, riporta che gli sviluppatori stanno attualmente costruendo 1.362 progetti sulla blockchain, che ha elaborato circa 92 milioni di transazioni.

Top piattaforme di crypto in Italia | Giugno 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

oluwapelumi-adejumo.png
Oluwapelumi Adejumo
Oluwapelumi ritiene che il Bitcoin e la tecnologia blockchain abbiano il potenziale per cambiare il mondo in meglio. È un avido lettore e ha iniziato a scrivere di criptovalute nel 2020.
Leggi la biografia completa