Per saperne di più

Brave Browser punta su Solana per le ricompense BAT nonostante le interruzioni della Blockchain

2 mins
Aggiornato da Kyle Baird

In breve

  • Brave Browser introduce la custodiapersonale dei pagamenti BAT tramite Solana, grazie alla sua "elevata velocità di transazione e alle basse commissioni".
  • Al momento la funzione è solo su invito, ma Brave ha dichiarato che il rollout globale avverrà in futuro.
  • Solana è stata pesantemente criticata per aver subito diverse interruzioni della rete blockchain negli ultimi anni.
  • promo


Brave Browser ha annunciato il lancio dei pagamenti in custodiapersonale dei Basic Attention Token (BAT), scegliendo la blockchain Solana per questa iniziativa.

Nonostante i recenti problemi di Solana con le interruzioni di rete, Brave ha optato per questa piattaforma, sottolineando l’alta velocità delle transazioni e le basse commissioni di Solana come fattori chiave della sua decisione.

Brave sceglie Solana per i premi della custodiapersonale BAT

Il lancio, che inizia solo su invito, consente a un gruppo selezionato di utenti di ricevere i BAT guadagnati da Brave Rewards direttamente a un indirizzo di portafoglio di custodiapersonale su Solana.

Questa funzione dovrebbe essere estesa a livello globale, rivoluzionando il modo in cui gli utenti interagiscono con i browser web e gli asset digitali.

“Siamo entusiasti di introdurre questa nuova funzione, che consentirà agli utenti di collegare un portafoglio Solana a Brave Rewards, verificando la proprietà dell’indirizzo”, ha spiegato un portavoce di Brave.

L’integrazione con Solana rappresenta un salto verso un’esperienza internet più orientata all’utente, fornendo agli utenti un modo semplice per guadagnare e utilizzare le BAT. Il meccanismo di distribuzione sulblockchain, facilitato dalle transazioni a basso costo di Solana, rimuove le barriere comuni affrontate dagli utenti nello spazio web3.

Per saperne di più: 11 Migliori portafogli di Altcoin da considerare nel febbraio 2024

Gli invitati di Brave riceveranno una notifica nel pannello delle ricompense di BAT. Fonte: Brave

Solana maledetto dai tempi di inattività

Tuttavia, i problemi di rete di Solana gettano un’ombra su questo progresso. La rete blockchain, riconosciuta per le sue rapide capacità di transazione, ha sperimentato diversi casi significativi di interruzioni della blockchain. L’ultima di queste è avvenuta poche settimane fa, il 6 febbraio.

“Solana Mainnet-Beta sta subendo un calo di rendimento. La progressione dei blocchi è attualmente bloccata. Gli ingegneri del nucleo e i validatori stanno indagando attivamente”, ha dichiarato Laine, validatore di Solana.

Per saperne di più: Come comprare Solana (SOL) e tutto quello che c’è da sapere

Un rapporto di Messari del 2023 riportava alcuni dei peggiori tempi di inattività di Solana e il tempo necessario per risolverli.

“I problemi di downtime di Solana hanno storicamente a che fare con bug del software o spam”, riporta il report.

Major Solana downtimes, degradations, and solutions. Source: Messari
Principali tempi di inattività di Solana, degrado e soluzioni. Fonte: Messari

Questo incidente ha sollevato preoccupazioni riguardo all’affidabilità della rete Solana, anche se non ha avuto un impatto significativo sul valore dei token SOL di Solana.

Nonostante questi intoppi tecnici, la scelta di Solana da parte di Brave sottolinea il suo impegno a fornire agli utenti una piattaforma veloce ed economica per le transazioni BAT.

Nel complesso, si tratta di un passo strategico verso l’integrazione degli incentivi alle criptovalute nella navigazione quotidiana sul web, aprendo la strada a un’esperienza internet più decentralizzata e incentrata sull’utente.

Top piattaforme di crypto in Italia | Aprile 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

fe15b72da07ec62f99f310830f75499d?s=120&d=wp_user_avatar&r=g
Kyle è emigrato dalla costa orientale degli Stati Uniti al Sud-Est asiatico dopo essersi laureato nel 2010 presso l'Università East Stroudsburg della Pennsylvania. Seguendo le orme del nonno, Kyle ha iniziato ad acquistare azioni e metalli preziosi durante l'adolescenza. Questo ha scatenato il suo interesse per la conoscenza e la scrittura delle criptovalute. Ha iniziato come copywriter per Bitcoinist nel 2016 prima di assumere il ruolo di redattore presso BeInCrypto all'inizio del 2018.
Leggi la biografia completa