Per saperne di più

Il miner di Bitcoin Bitfarms contrasta l’offerta di acquisto di Riot Platform con la strategia della “pillola avvelenata”.

2 mins
Aggiornato da Lynn Wang

In breve

  • Bitfarms mette in atto una strategia di poison pill in seguito ai tentativi di acquisizione da parte di Riot Platforms.
  • Il piano di diritti protegge gli azionisti se un'entità viola i limiti di acquisizione di azioni.
  • Il piano deve essere approvato dagli azionisti e dalla piattaforma di scambio di Toronto.
  • promo


L’azienda di mining di Bitcoin Bitfarms ha implementato un piano di diritti degli azionisti per proteggere i propri interessi in presenza di un’offerta pubblica di acquisto non richiesta da parte di un altro mining di Bitcoin, Riot Platforms.

Questa mossa segue l’aumento dell’interesse di Riot Platforms in Bitfarms e la sua offerta di acquisizione di tutte le azioni in circolazione.

La difesa strategica di Bitfarms tra i tentativi di acquisizione ostile

La strategia di Bitfarms, nota come “pillola avvelenata”, mira a prevenire le acquisizioni ostili rendendo tali operazioni proibitive per l’acquirente. Questa tattica garantisce a Bitfarms di continuare il suo processo di revisione strategica senza interruzioni, esplorando opzioni come combinazioni aziendali, transazioni strategiche o una potenziale vendita.

Per saperne di più: 5 migliori piattaforme per acquistare azioni di mining di Bitcoin nel 2024

“Le azioni di Riot, includendo una proposta ricevuta il 22 aprile 2024, e i suoi successivi acquisti sul mercato per aumentare il suo interesse, sono state ritenute dal Comitato Speciale di Amministratori Indipendenti una sottovalutazione di Bitfarms. Questo comitato ritiene che la continua acquisizione di azioni da parte di Riot perturbi l’integrità del processo di revisione strategica e possa ostacolare la massimizzazione del valore per gli azionisti”, ha dichiarato la società.

In vigore dal 20 giugno 2024, il piano di diritti riguarda tutte le nuove azioni ordinarie e scatta se un’entità acquisisce più del 15% delle azioni di Bitfarms entro il 10 settembre 2024, o il 20% dopo questa data, senza aderire al piano. Questo piano di diritti permette a Riot di fare un’ offerta pubblica di acquisto conforme alle leggi canadesi sui titoli. Inoltre, protegge gli azionisti esistenti, consentendo loro di acquistare ulteriori azioni a sconto nel caso in cui un acquirente superi le soglie specificate.

L’attuazione del piano dipende dall’approvazione degli azionisti di Bitfarms e della piattaforma di scambio di Toronto. Al momento, l’offerta di Riot è l’unico tentativo di acquisizione noto.

BeInCrypto ha riportato in precedenza che Riot Platforms ha fatto un’offerta non richiesta di 950 milioni di dollari a maggio per acquisire Bitfarms. Riot ha offerto privatamente 2,30 dollari per azione in contanti e azioni in aprile, circa il 20% in più del prezzo di scambio di Bitfarms prima dell’offerta. Al 5 giugno, Riot possiede attualmente 47.830.440 azioni, circa l’11,62% delle azioni emesse e in circolazione di Bitfarms.

Per saperne di più: I migliori titoli del mining di criptovalute da comprare o tenere d’occhio ora

Rendimento del prezzo di Bitfarms (BITF).
Rendimento del prezzo di BITF. Fonte: Google Finance

Dopo l’annuncio del piano di diritti, il prezzo delle azioni di Bitfarms (BITF) sul Nasdaq è sceso del 4,17% nelle ultime 24 ore, mentre il prezzo delle azioni di Riot Platforms (RIOT) è aumentato dell’1,8%. Negli ultimi 30 giorni, tuttavia, il prezzo delle azioni di Bitfarms è aumentato del 44,65%, rispetto al guadagno del 4,16% di Riot.

Top piattaforme di crypto in Italia | Giugno 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

Lynn-Wang.png
Lynn Wang è una giornalista esperta e creatrice di contenuti con oltre otto anni di esperienza nel marketing digitale e nel giornalismo sulle criptovalute. Le sue competenze riguardano la strategia SEO, la tecnologia blockchain e il Web3, dove ha sempre realizzato iniziative di contenuto d'impatto e coinvolto efficacemente il pubblico. Dal gennaio 2022, Lynn è stata in prima linea nella gestione dei contenuti e della comunità di BeInCrypto Indonesia. Sotto la sua dirigenza, la piattaforma...
Leggi la biografia completa