Per saperne di più

Gli ordinali Bitcoin di Taproot Wizards vengono venduti per 13 milioni di dollari a fronte di ostacoli tecnici

2 mins
Aggiornato da Ryan James

In breve

  • Taproot Wizards ha venduto la sua collezione Quantum Cats, composta da 3.000 pezzi, per 13 milioni di dollari nonostante i problemi tecnici della scorsa settimana.
  • Per proteggere i propri utenti dal cecchinaggio di mempool, Taproot ha ritardato la propria menta assicurando che gli NFT venissero dati ai legittimi proprietari a tariffe più basse.
  • Piattaformadiscambi come Bybit, Binance e OKX hanno lanciato mercati di Ordinals che permettono di battere e scambiare iscrizioni e token.
  • promo


Lunedì, il progetto Bitcoin Ordinals Taproot Wizards ha venduto la sua collezione Quantum Cats per 13 milioni di dollari. La collezione NFT, composta da 3.000 pezzi, si è esaurita rapidamente nonostante i precedenti problemi tecnici, anche se altri mercati sono saliti a bordo.

Taproot Wizards ha venduto la sua collezione di 3.000 pezzi Quantum Cats a 0,1 BTC (circa 4.301 dollari) al pezzo.

La zecca ordinale di Bitcoin di Taproot batte i cecchini

La maggior parte dei pezzi è stata venduta agli investitori durante una finestra di cinque ore riservata agli acquirenti in listabianca. Circa 313 ordinali sono stati venduti durante i primi due secondi del conio pubblico. Taproot Wizards ha ritardato il conio lunedì scorso per evitare un fenomeno chiamato mempool sniping.

bitcoin ordinals quantum cats nfts
Sellout dei Quantum Cats | Fonte: QuantumCatsXYZ

Nel mempool sniping, i malintenzionati dirottano le transazioni Bitcoin Ordinals sostituendo la firma dell’acquirente con la propria mentre la transazione è in attesa di conferma. La loro transazione ottiene quindi una priorità maggiore perché paga un’elevata commissione di transazione al miner. Questa intercettazione significa che l’hacker, e non il proprietario originale, riceve l’NFT quando il miner conferma la transazione.

Ritardando la loro menta, i fondatori di Taproot si sono assicurati che i legittimi proprietari dei Bitcoin NFT ricevessero ciò per cui avevano pagato. Inoltre, hanno creato un’esperienza utente migliore, in cui gli acquirenti possono pagare commissioni di transazione più basse.

Per saperne di più: 7 idee per i principianti per creare arte digitale

Il primo sostenitore di NFT, Beanie, ha affermato che è importante apprezzare il successo dell’arte NFT dell’azienda. Beanie ha scritto su X (ex Twitter),

“Taproot Wizards ha guadagnato oltre 12 milioni di dollari oggi vendendo jpeg di gatti. Lo hanno fatto senza un artista famoso. Senza dover produrre o spedire fisicamente alcun prodotto. E senza alcuna spesa di marketing. Lasciatevelo dire”.

I piattaformadiscambio aprono i mercati delle iscrizioni NFT

L’importanza delle iscrizioni è testimoniata dal recente lancio di mercati NFT incentrati sulle iscrizioni. Piattaformadiscambio come Bybit, Binance e OKX hanno lanciato mercati di iscrizioni.
Il mercato di Bybit permette di scambiare iscrizioni e token che seguono lo standard BRC-20 per i token.

Per saperne di più: Come crearee vendere NFT gratuitamente

Recentemente, Binance ha lanciato un mercato di NFT per iscrizioni compatibili con Bitcoin ed Ethereum Virtual Machine. Il mercato permette di coniare e scambiare iscrizioni da un portafoglio di custodiapersonale all’interno dell’app di Binance.

A differenza dei tradizionali NFT, che puntano a dati memorizzati altrove, le iscrizioni vivono sulla blockchain. Il protocollo Ordinals memorizza i file digitali in una sequenza logica di satoshi. I satoshi sono la più piccola unità spendibile sulla rete Bitcoin.

I minatori registrano per sempre il file sulla blockchain Bitcoin quando finalizzano il blocco della transazione contenente i satoshis inscritti. Un’iscrizione può avere una dimensione massima di quattro megabyte.

BeInCrypto ha contattato Wertheimer ma non ha ricevuto risposta al momento della pubblicazione.

Top piattaforme di crypto in Italia | Maggio 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

david-thomas.jpg
David Thomas si è laureato con lode in ingegneria elettronica presso l'Università di Kwa-Zulu Natal a Durban, in Sudafrica. Ha lavorato come ingegnere per otto anni, sviluppando software per i processi industriali presso lo specialista sudafricano dell'automazione Autotronix (Pty) Ltd., sistemi di controllo minerario per AngloGold Ashanti e prodotti di consumo presso Inhep Digital Security, una società di sicurezza nazionale interamente di proprietà del conglomerato svedese Assa Abloy. Ha...
Leggi la biografia completa