Come l’interoperabilità di Bitcoin può minacciare il dominio di Ethereum nel DeFi

5 mins
Aggiornato da

La tecnologia blockchain è animata da un nuovo interesse a far lavorare insieme catene diverse, soprattutto per quanto riguarda il Bitcoin. Fino a poco tempo fa, Ethereum aveva rubato la scena grazie alle sue capacità di contratto intelligente flessibile che hanno favorito la fioritura del settore della finanza decentralizzata (DeFi).

Tuttavia, il Bitcoin, con la sua impareggiabile influenza sul mercato, è tornato alla ribalta. La svolta verso l’interoperabilità della blockchain ha spinto gli esperti a riflettere su una potenziale diminuzione dell’aura di Ethereum.

Qual è la promessa dell’interoperabilità del Bitcoin?

La crescente attrattiva dell’interoperabilità con il Bitcoin è evidente perché è visto come il colosso del valore di mercato e della stabilità nel settore delle criptovalute. Inoltre, le istituzioni hanno sempre mostrato un forte interesse per il Bitcoin come riserva di valore.

Ramani Ramachandran, CEO di Router Protocol, ha dichiarato a BeInCrypto che lo spostamento verso la promozione dell’interoperabilità con il Bitcoin, in particolare con le soluzioni di livello 2, illustra il desiderio diffuso di un ecosistema blockchain più connesso. Si tratta di permettere al Bitcoin di impegnarsi direttamente nella DeFi, introducendo più liquidità e opzioni collaterali.

“Il ruolo del Bitcoin potrebbe evolversi in modo significativo con l’interoperabilità. Permetterebbe al Bitcoin di impegnarsi direttamente nella DeFi, offrendo liquidità e opzioni di garanzia. I contratti intelligenti potrebbero funzionare su più catene, consentendo transazioni finanziarie e collaborazioni tra catene”, ha dichiarato Ramachandran.

Per saperne di più: Unificare le blockchain: L’interoperabilità cross-catena e il futuro delle criptovalute

Blockchain Market Size Worldwide
Dimensioni del mercato Blockchain nel mondo. Fonte: Statista

Tuttavia, il Bitcoin non è stato inizialmente costruito con funzionalità flessibili di smart contract. Si tratta di una caratteristica fondamentale che è stata introdotta da Ethereum e che l’ha reso il beniamino della DeFi e di applicazioni blockchain più ampie.

“Il linguaggio di scripting di Bitcoin, pur essendo progettato per la sicurezza, presenta delle sfide per ottenere un’interoperabilità significativa con altri protocolli. Questi protocolli devono facilitare lo scambio sicuro di dati e beni tra diverse blockchain, anche se hanno capacità diverse”, ha aggiunto Ramachandran.

Questa mancanza di versatilità nel Bitcoin rappresenta una salita tecnica da scalare. Infatti, sarebbe necessario costruire dei framework di contratti intelligenti in grado di prendere gli script limitati di Bitcoin ed eseguirli su altre catene.

Ciò potrebbe consentire la funzionalità cross-chain senza compromettere la sicurezza, aumentando l’adozione di Bitcoin, come ha notato Taiyang Zhang, CEO di Ren Protocol.

“Crediamo che il primo passo per accelerare l’adozione di massa del Bitcoin come rivoluzione globale e politica monetaria sia un protocollo di interoperabilità all’avanguardia, progettato per soddisfare le esigenze di fiducia e sicurezza degli utenti del Bitcoin e dei mercati finanziari decentralizzati”, ha affermato Zhang.

Portare la macchina virtuale Ethereum su Bitcoin

Sebbene il raggiungimento dell’interoperabilità di Bitcoin senza altre blockchain rappresenti una sfida significativa, sono già in corso iniziative per colmare questo divario.

“Router Protocol sta lavorando insieme a Rootstock (RSK) per portare i contratti intelligenti e la compatibilità con Ethereum Virtual Machine (EVM) a Bitcoin. Spesso si sceglie di costruire su Ethereum per i casi d’uso disponibili, ma portare questi stessi casi d’uso su Bitcoin cambierà completamente il gioco. Permetterà alle monete stabili più popolari, come USDC e USDT, di essere commerciate attraverso qualsiasi catena supportata, compreso il Bitcoin”, ha dichiarato Ramachandran.

Questo tipo di ponte tenta di coniugare il dominio del mercato del Bitcoin con le capacità dei contratti intelligenti. In questo modo il Bitcoin diventerebbe un attore più flessibile nello spazio DeFi con effetti a catena illimitati.

Aprendo la liquidità del Bitcoin al settore della DeFi, c’è il potenziale per un afflusso significativo di fondi. Di conseguenza, si presenteranno attività finanziarie più sofisticate all’interno della DeFi e si introdurranno i possessori di Bitcoin in un nuovo campo di gioco.

Per saperne di più: Le 6 migliori piattaforme di prestito DeFi

Number of Unique DeFi Users
Numero di utenti unici della DeFi. Fonte: Statista

L’effetto potrebbe essere profondo, come ha notato Ramachandran. L’inclusione del Bitcoin nella DeFi potrebbe diversificare le attività collaterali disponibili, riducendo il rischio e potenzialmente migliorando la stabilità delle piattaforme DeFi.

“Per molto tempo, la riserva di valore è stata l’unica proposta di valore per il Bitcoin. Questa situazione può finalmente cambiare. L’interoperabilità consentirebbe anche ai possessori di Bitcoin di partecipare alla DeFi, dove potrebbero ottenere un rendimento fornendo liquidità, prestando attività o partecipando ad altre attività che generano rendimento”, ha aggiunto Ramachandran.

Anche le dinamiche di mercato più ampie potrebbero cambiare con l’interoperabilità dei Bitcoin. L’integrazione potrebbe portare a opportunità di arbitraggio più efficienti tra le diverse blockchain, riducendo la volatilità complessiva del mercato.

Questo cambiamento potrebbe dipingere il Bitcoin sotto una nuova luce, attirando un maggior numero di investitori istituzionali verso la DeFi e innescando una nuova corsa dei rialzisti, come ha dichiarato Moshe Hogeg, CEO di tomiNet.

“Quando guardo il panorama delle criptovalute oggi, vedendo che le nuove blockchain si concentrano su UX, scalabilità, interoperabilità, livelli di privacy, oracoli, infrastrutture di gioco e beni del mondo reale… ritengo che la prossima corsa dei rialzisti sarà la più grande di tutte”, ha detto Hogeg.

Il futuro è luminoso nonostante il crescente scetticismo

Come previsto da Ramachandran, il futuro potrebbe vedere il Bitcoin e le altre principali blockchain raggiungere la piena interoperabilità entro i prossimi cinque anni. Questa transizione mira a promuovere la liquidità condivisa, a stimolare l’innovazione e a dare una spinta collettiva verso un ecosistema crittografico più interconnesso.

Tuttavia, esiste una contro-narrazione. Alcuni massimalisti ritengono che il Bitcoin debba rimanere “isolato” per preservare le sue proposte di valore fondamentali.

“Non si possono fermare. Ma certo! Il Bitcoin è progettato per essere resistente alla censura. [Non ci impedisce di commentare blandamente il puro spreco e la stupidità di una codifica. almeno fare qualcosa di efficiente. Altrimenti, è un’altra prova di consumo del blocco-spazio”, ha dichiarato Adam Back, CEO di Blockstream.

Ramachandran apprezza queste preoccupazioni, ma sostiene che l’interoperabilità non altera essenzialmente i valori fondamentali di Bitcoin. Si tratta di bilanciare i potenziali benefici con i rischi, mantenendo l’integrità che rende Bitcoin unico.

Il racconto dell’interoperabilità del Bitcoin pone Ethereum su un terreno traballante. La partenza precoce di Ethereum nella DeFi e nei contratti intelligenti gli aveva dato un vantaggio. Ma quando il mercato delle criptovalute inizierà a orientarsi verso l’interoperabilità del Bitcoin, Ethereum potrebbe vedere messa in discussione la sua posizione di forza.

Per saperne di più: Perché un top trader si prepara a vendere tutte le altcoin in cambio di Bitcoin

Tuttavia, Ramachandran suggerisce che la spinta verso l’interoperabilità con il Bitcoin potrebbe essere una marea che solleva tutte le barche nel porto delle criptovalute, promuovendo uno spirito collaborativo piuttosto che competitivo tra le reti blockchain.

Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
PancakeSwap PancakeSwap Fino al 50% APR
Wirex App Wirex App Esplorare
M2 Exchange M2 Exchange Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
PancakeSwap PancakeSwap Fino al 50% APR
Wirex App Wirex App Esplorare
M2 Exchange M2 Exchange Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

frame-2466.jpg
Bary Rahma è giornalista senior presso BeInCrypto, dove si occupa di un ampio spettro di argomenti includendo le aziende di scambio di criptovalute (ETF), l'intelligenza artificiale (AI), la tokenizzazione di real world asset (RWA) e il mercato delle altcoin. In precedenza, è stata redattrice di contenuti per Binance, producendo rapporti di ricerca approfonditi sulle tendenze delle criptovalute, analisi di mercato, finanza decentralizzata (DeFi), normative sugli asset digitali, blockchain,...
Leggi la biografia completa