Per saperne di più

Perché l’approvazione di un ETF sul Bitcoin potrebbe innescare il più grande rialzista della storia delle criptovalute

6 mins
Aggiornato da Ali M.

In breve

  • Il rinvio al 2024 delle decisioni sull'ETF Bitcoin da parte della SEC è visto dagli esperti del settore come una mossa strategica, che prolunga l'incertezza normativa ma apre le porte al capitale istituzionale.
  • La spinta di attori chiave come BlackRock e Fidelity per un ETF spot sul Bitcoin segnala un crescente interesse istituzionale, che potrebbe rafforzare la legittimità e la stabilità del mercato delle criptovalute.
  • Gli esperti ritengono che l'approvazione dell'ETF sul Bitcoin potrebbe innescare una corsa dei rialzisti sul mercato delle criptovalute, con potenziali effetti a catena che si estenderebbero alle altcoin, grazie all'aumento della liquidità.
  • promo


Il recente rinvio da parte della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti delle decisioni sull’ETF (Exchange Traded Fund) del Bitcoin al 2024 ha fatto discutere il mercato delle criptovalute.

Gli esperti del settore considerano il ritardo come una mossa strategica della SEC per prendere tempo. Si tratta di una continuazione di precedenti ritardi e di evidenti pressioni del Congresso per accelerare la chiarezza normativa.

Gli ETF sul Bitcoin apriranno le porte al capitale istituzionale

È improbabile che i partecipanti al mercato delle criptovalute siano scossi dalla mossa della SEC di ritardare le decisioni sugli ETF sul Bitcoin al 2024. Non sono estranei alle tattiche della SEC e, storicamente, il mercato si è scrollato di dosso queste esitazioni normative. Tuttavia, l’importanza di un’eventuale approvazione dell’ETF sul Bitcoin non può essere sopravvalutata.

Un ETF sul Bitcoin con sede negli Stati Uniti potrebbe aprire le porte al capitale istituzionale, che è stato messo da parte in attesa di un punto di ingresso regolamentato nel mercato delle criptovalute. Lucas Kiely, chief investment officer di Yield App, ha dichiarato a BeInCrypto che un sigillo di approvazione per gli ETF Bitcoin stabilirebbe un ciclo di feedback, intensificando la legittimità e l’afflusso di investimenti contemporaneamente.

“Un ETF Bitcoin approvato ha il potenziale per alimentare gli investimenti istituzionali e inaugurare un’era di trasformazione per le criptovalute. Un ETF di questo tipo fornirebbe un veicolo di investimento regolamentato e familiare per gli investitori istituzionali, mitigando le loro preoccupazioni riguardo alla liquidità, alla custodia e all’incertezza normativa”, ha dichiarato Kiely.

La spinta di giganti finanziari come BlackRock e Fidelity ad approvare un ETF sul Bitcoin è un segno rivelatore del crescente interesse istituzionale. Il loro sostegno parla chiaro, segnalando la disponibilità a integrare il Bitcoin nel tessuto finanziario tradizionale.

Tali approvazioni potrebbero influenzare la più ampia comunità finanziaria, preannunciando una nuova era di investimenti in criptovalute dopo l’approvazione da parte delle autorità.

“Il crescente interesse delle istituzioni ha implicazioni significative per la percezione e la convalida delle criptovalute all’interno dei circoli finanziari tradizionali. Il coinvolgimento di istituzioni finanziarie affermate conferisce credibilità al mercato delle criptovalute, che per lungo tempo è stato percepito come volatile e speculativo”, ha aggiunto Kiely.

Per saperne di più: I 4 migliori broker di criptovalute per comprare e vendere Bitcoin nel 2023

Appetite for a Bitcoin ETF
L’interesse degli investitori per un ETF sul Bitcoin. Fonte: Statista

Il potenziale di crescita del mercato statunitense degli ETF sul Bitcoin è sbalorditivo. Anche Bloomberg Intelligence ha suggerito che potrebbe diventare un’industria crittografica da 100 miliardi di dollari. Questa crescita potrebbe catalizzare un sostanziale apprezzamento del valore del Bitcoin. A sua volta, si riverserebbe probabilmente sul mercato delle altcoin, precipitando un rialzisti a livello di ecosistema.

Lo schema storico che segue gli aumenti di prezzo del Bitcoin ha spesso visto le altcoin salire sulla sua scia, suggerendo che un ampio rialzo del mercato è probabile.

“Quando [BlackRock] ha presentato la domanda [per un ETF sul Bitcoin], a mio avviso è stato un gioco completamente diverso. Il fatto è che in genere a loro piace portare una pistola in un combattimento con i coltelli. Si tratta di un’azienda a cui non piace perdere, che sa quello che fa e che deve vedere qualcosa [nel Bitcoin]”, ha sottolineato Eric Balchunas, analista di Bloomberg.

La differenza tra gli ETF a pronti e quelli basati sui contrattiatermine

Gli ETF Spot Bitcoin hanno un vantaggio rispetto agli ETF basati sui contrattiatermine, in quanto offrono un’esposizione diretta al prezzo del Bitcoin in tempo reale. In questo modo, si adattano alla domanda e all’offerta reali del mercato. John Glover, chief information officer di Ledn, ha dichiarato a BeInCrypto che gli ETF Bitcoin spot migliorano l’accuratezza del monitoraggio dei prezzi, semplificano i processi di investimento e riducono le commissioni per gli investitori retail e istituzionali.

La struttura delle commissioni più bassa è particolarmente attraente in quanto potrebbe spostare ingenti capitali nel mercato delle criptovalute, in precedenza scoraggiati dagli alti costi associati alle piattaforme di scambio tradizionali di criptovalute.

“Gli ETF spot seguono l’effettivo prezzo di mercato del Bitcoin ed evitano le commissioni di scambiare più elevate che vengono applicate con i normali piattaformadiscambio e la necessità di gestire i propri asset. Offrono una strada più precisa e semplice per gli investitori al dettaglio e le istituzioni per ottenere un’esposizione diretta al Bitcoin. Gli ETF sui contrattiatermine, invece, possono non essere sincronizzati con il mercato e spesso sono soggetti a commissioni annuali”, ha dichiarato Glover.

Per saperne di più: Cosa sono i contratti futures perpetui sulle criptovalute?

Inoltre, l’ipotizzato spostamento della liquidità dai contrattiatermine agli ETF Bitcoin a pronti potrebbe portare a una riconfigurazione delle dinamiche di mercato. Ciò potrebbe potenzialmente migliorare la stabilità del Bitcoin e smorzare la sua nota volatilità. Poiché gli investitori istituzionali sono tipicamente impegnati in strategie di investimento a lungo termine e meno speculative, la loro partecipazione potrebbe aggiungere un’influenza stabilizzante sul mercato.

Ciò è in linea con la visione che Leo Melamed, presidente emerito di CME Group, aveva nel 2017 prima che l’azienda lanciasse il contratto contrattiatermine del Bitcoin.

“Regoleremo, renderemo il Bitcoin non selvaggio, né più selvaggio. Lo addomesticheremo fino a farlo diventare uno strumento di scambiare di tipo regolare con delle regole”, ha detto Melamed.

La più ampia accettazione delle criptovalute potrebbe catalizzare l’innovazione e la crescita del settore. Man mano che le criptovalute acquistano legittimità, l’afflusso di capitali promuoverà nuovi progetti, piattaforme e applicazioni. Di conseguenza, il settore raggiungerà nuovi traguardi.

“Con la legittimazione delle criptovalute, aumenterà il numero di operatori coinvolti. Molti di coloro che osservano da lontano potrebbero decidere di fare il salto di qualità. Questo non significa solo più capitale, ma anche più innovazione, più progetti legati alle criptovalute e di conseguenza più prodotti”, ha pubblicizzato Glover.

Come l’aumento della domanda istituzionale influirà sul prezzo del BTC

L’approvazione di un ETF sul Bitcoin potrebbe avere un profondo impatto sul prezzo del Bitcoin. Ciò è dovuto principalmente all’afflusso di capitale istituzionale che ne deriverebbe.

“Ci aspettiamo che gli ETF regolamentati negli Stati Uniti siano il momento spartiacque per le criptovalute e che l’approvazione della SEC avvenga entro la fine del 2023/il primo trimestre del 2024. Dopo il dimezzamento, ci aspettiamo che la domanda di Bitcoin a pronti tramite gli ETF superi di 6-7 volte le vendite dei minatori in picca. Prevediamo che gli ETF sul Bitcoin saranno equivalenti al 9-10% del Bitcoin spot in circolazione entro il 2028”, ha dichiarato Gautam Chhugani, Global Digital Senior Analyst di Bernstein.

Gli investitori istituzionali, con le loro vaste risorse finanziarie, possono muovere i mercati in modo significativo. Il loro ingresso nel Bitcoin attraverso un ETF regolamentato potrebbe far salire la domanda e, di conseguenza, spingere il prezzo del Bitcoin verso un rialzista.

In effetti, l’approvazione rappresenterebbe un segnale di accettazione normativa che potrebbe rafforzare ulteriormente la fiducia degli investitori, facendo salire la domanda e il prezzo.

“L’approvazione del primo ETF sui contrattiatermine del Bitcoin nell’ottobre del 2021 ha preceduto di poco i massimi storici del mercato del mese successivo. Tuttavia, sarebbe eccessivo affermare che l’ETF sia stato l’unico fattore a guidare l’azione dei prezzi. Tuttavia, è probabile che l’annuncio dell’approvazione di uno o più ETF spot contribuisca a rafforzare il sentiment e, di conseguenza, gli acquisti nei giorni, nelle settimane o nei mesi successivi”, afferma Glover.

Per saperne di più: Perché il mercato delle criptovalute non ha ancora compreso il potenziale rialzista degli ETF spot sul Bitcoin

Storicamente, l’approvazione di ETF in altre classi di asset ha spesso fatto aumentare i prezzi degli asset. Ad esempio, il mercato dell’oro ha registrato un significativo apprezzamento dei prezzi dopo l’approvazione del primo ETF sull’oro. Similmente, un ETF sul Bitcoin potrebbe sbloccare un’ondata di liquidità, spingendo il Bitcoin a nuovi massimi di prezzo.

Le nuove vette potrebbero essere sostenute dalla maggiore legittimità e dalla base di investitori più solida e diversificata che un ETF sul Bitcoin favorirebbe.

“L’applicazione di questi precedenti storici a una potenziale approvazione dell’ETF sul Bitcoin suggerisce che essa potrebbe influenzare in modo significativo i prezzi del mercato delle criptovalute. Se approvato, l’ETF offrirebbe agli investitori istituzionali una via accessibile e regolamentata per investire in Bitcoin, con conseguenti significativi movimenti di prezzo”, ha concluso Kiely.

Largest ETFs Worldwide
Gli ETF più grandi al mondo. Fonte: Statista: Statista

Mentre la decisione della SEC è in bilico, il mercato delle criptovalute attende quello che potrebbe essere un momento di svolta. L’approvazione di un ETF sul Bitcoin rappresenta un faro per l’accettazione del mainstream e promette un potenziale rialzista alimentato da capitali istituzionali, una maggiore stabilità del mercato e una nuova era di crescita e innovazione nel settore.

Le migliori piattaforme di criptovalute negli Stati Uniti | Novembre 2023

wpua-150x150.png
Bary Rahman, giornalista di talento, si è laureata in giornalismo alla New York University. Esperta di SEO, ha collaborato con la CNN, mettendo in mostra le sue capacità investigative e di narrazione. Oltre ai suoi successi giornalistici, Bary ha contribuito con la sua esperienza come scrittrice di contenuti per Binance, realizzando articoli perspicaci sul dinamico settore delle criptovalute. La sua fusione unica di giornalismo e SEO la rende una figura versatile e molto rispettata nel...
Leggi la biografia completa