Per saperne di più

Il CEO di Binance difende le donazioni a seguito delle critiche mosse alla beneficenza cripto 

2 mins
Aggiornato da

L’amministratore delegato di Binance, Changpeng Zhao, ha commentato i commenti ricevuti in seguito alla grande donazione di criptovalute effettuata dall’azienda per i soccorsi al terremoto in Marocco. Nella vera natura dei social media, la mossa è stata criticata da una manciata di persone.

Il 12 settembre, Binance ha donato 3 milioni di dollari nel suo token nativo, BNB, ai soccorsi per il terremoto in Marocco.

Enigma della beneficenza in criptovaluta

“Indovinate un po’? Si può essere criticati quando si donano 3 milioni di dollari in crypto dopo un terremoto”.

Questa è stata l’esclamazione di Changpeng Zhao il 18 settembre. CZ ha aggiunto che i problemi sollevati provengono in genere da organizzazioni di beneficenza tradizionali che non hanno familiarità con le criptovalute.

Ha poi elencato cinque problemi comuni sollevati in merito alle donazioni di criptovalute.

Le persone hanno bisogno di cibo e acqua, non di criptovalute, ha detto, facendo notare che Binance ha un doppio programma. L’azienda ha già donato cibo, acqua, maschere e persino bombole d’ossigeno, ma queste donazioni richiedono tempo. Le criptovalute sono istantanee.

Binance Charity division claims to have helped nearly 2.1 million people across 54 countries. Source: Binance Charity
La divisione Charity di Binance sostiene di aver aiutato quasi 2,1 milioni di persone in 54 Paesi. Fonte: Binance Charity

Un punto controverso è stato che non è facile convertire BNB in Dirham marocchino (MAD) nel paese. Tuttavia, CZ non è d’accordo sulla difficoltà di conversione, affermando che le criptovalute possono essere facilmente convertite in contanti.

“Una persona non crittografica che dice che le cripto non sono contanti è come una persona cieca che dice che le luci sono inutili”.

Un’altra critica riguarda le donazioni che aiutano solo gli utenti di Binance/BNB e non tutte le persone bisognose. Su questo punto è d’accordo, notando che possono raggiungere i loro utenti solo in velocità:

“Non stiamo dicendo che possiamo risolvere tutti i problemi, ma cerchiamo di aiutare quel poco che possiamo. Le donazioni sono questo”.

Un’altra critica riguarda il fatto che alcuni degli utenti che hanno ricevuto le donazioni non si trovavano nelle zone colpite. CZ ha dichiarato che viene utilizzato un sistema a livelli in cui gli utenti più vicini all’epicentro ricevono di più.

“Crediamo che il terremoto abbia un impatto economico a lungo termine sull’intero Paese. Aiutare i nostri utenti non può far male”.

È stato anche chiesto perché Binance non faccia donazioni attraverso le tradizionali organizzazioni di beneficenza. CZ ha risposto che l’azienda lo fa, ma gli enti di beneficenza tradizionali hanno i loro problemi e ci sono problemi di tracciabilità.

Anche la Libia riceve le donazioni di BNB

Binance ha anche donato 500.000 dollari di BNB per sostenere le persone colpite dalle devastanti inondazioni in Libia. Changpeng Zhao ha concluso:

“Con le criptovalute posso dire che abbiamo aiutato circa 70.000 persone in Marocco e altre 12.000 in Libia. Crediamo nella donazione diretta”.

Il 18 settembre, Binance ha pubblicato un post sul blog su “come le criptovalute possono trasformare le donazioni di beneficenza”.

Inoltre, Binance ha donato 7 milioni di dollari direttamente alle Nazioni Unite e a varie organizzazioni umanitarie nell’ambito del suo impegno per l’emergenza Ucraina.

Top piattaforme di crypto in Italia | Maggio 2024

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

profile.jpg
Martin Young è un giornalista ed editore esperto di criptovalute con oltre 7 anni di esperienza nel coprire le ultime notizie e tendenze nello spazio degli asset digitali. È appassionato di rendere comprensibili al pubblico mainstream concetti complessi di blockchain, fintech e macroeconomia.   Martin è apparso nelle principali pubblicazioni di finanza, tecnologia e criptovalute, tra cui BeInCrypto, CoinTelegraph, NewsBTC, FX Empire e Asia Times. I suoi articoli forniscono un'analisi...
Leggi la biografia completa