Per saperne di più

L’IA permette la disinformazione ed è una minaccia esistenziale per la democrazia: Il vicepresidente degli Stati Uniti Harris

3 mins
Aggiornato da Kyle Baird

In breve

  • Il vicepresidente Kamala Harris avverte la minaccia dell'IA alla democrazia, sottolineando il suo potenziale di amplificazione della discriminazione e della disinformazione.
  • Harris annuncia misure per regolamentare l'IA, includendo un Istituto per la sicurezza dell'IA e un "Progetto per una Carta dei diritti dell'IA".
  • I Paesi del G7 stanno sviluppando un "Codice di condotta" per i sistemi di IA, con l'obiettivo di promuovere un uso sicuro e affidabile dell'IA a livello globale.
  • promo


In un recente discorso a Londra, la vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris ha sottolineato la minaccia esistenziale che l’intelligenza artificiale (IA) rappresenta per la democrazia e i diritti umani. Ha evidenziato il potenziale dell’IA di amplificare la discriminazione e la disinformazione, esortando i leader globali a dare priorità alla regolamentazione di questa tecnologia emergente al di là dei meri profitti e dei timori futuri.

Harris ha spiegato che,

“Queste minacce sono spesso definite minacce esistenziali dell’IA perché, ovviamente, potrebbero mettere in pericolo l’esistenza stessa dell’umanità. Queste minacce, senza dubbio, sono profonde e richiedono un’azione globale”.

Il vicepresidente degli Stati Uniti Harris illustra i rischi dell’IA

Nel tentativo di gestire i rischi dell’IA e di proteggere i consumatori, Harris ha annunciato una serie di misure, includendo la creazione di un Istituto per la sicurezza dell’IA e un “Progetto per una Carta dei diritti dell’IA”.

Queste iniziative riflettono l ‘ordine di Biden di effettuare studi sulla sicurezza, l’equità, i diritti civili e l’impatto sul mercato del lavoro dell’IA.

Il discorso del Vicepresidente ha evidenziato il potenziale dell’IA di esacerbare le disuguaglianze esistenti, con ricerche che indicano che i programmi di IA possono produrre risultati nonobiettivi che discriminano per razza, genere o età.

Ha descritto casi di IA che hanno causato danni, come quello di un anziano che ha perso il suo piano sanitario a causa di un algoritmo difettoso. Ha anche raccontato le storie di una donna minacciata da fotografie deepfake di un partner violento e di un giovane padre ingiustamente imprigionato a causa di un riconoscimento facciale nonobiettivo.

Survey of major countries and how many citizens trust in AI. Source: Statista
Indagine sui principali Paesi e sul numero di cittadini che si fidano dell’IA. Fonte: Statista

L’amministrazione Biden si muove verso la regolamentazione dell’IA

Le misure dell’amministrazione Biden segnano un passo significativo nella regolamentazione dell’IA, con Harris che sottolinea anche l’importanza della protezione dei consumatori. Ha aggiunto,

“Come la storia ha dimostrato, in assenza di una regolamentazione e di una forte supervisione da parte dell’amministrazione, alcune aziende tecnologiche scelgono di privilegiare il profitto rispetto al benessere dei loro clienti, alla sicurezza delle nostre comunità e alla stabilità delle nostre democrazie”.

Sul fronte internazionale, i Paesi del G7 stanno lavorando a un “Codice di condotta” volontario per i sistemi avanzati di intelligenza artificiale. Questa iniziativa, nota come “processo Hiroshima AI”, mira a promuovere un’IA sicura, protetta e affidabile a livello mondiale. Incoraggia inoltre le aziende a identificare, valutare e mitigare i rischi durante l’intero ciclo di vita dell’IA e pone l’accento su solidi controlli di sicurezza.

Per saperne di più: Le 6 professioni più interessanti nell’ambito dell’intelligenza artificiale (AI) nel 2023

Con la continua evoluzione dell’IA, queste prese di posizione proattive da parte dell’amministrazione statunitense e dei Paesi del G7 sono risposte tempestive. Rappresentano passi significativi verso lo sfruttamento responsabile del potere dell’IA, massimizzandone i benefici e gestendo efficacemente i rischi potenziali.

L’urgenza di questo momento, come ha affermato Harris,

“deve costringerci a creare una visione collettiva di quello che deve essere il futuro”.

Esclusione di responsabilità

In conformità alle linee guida del Trust Project, BeInCrypto si impegna a riportare notizie imparziali e trasparenti. Questo articolo mira a fornire informazioni accurate e tempestive. Tuttavia, si consiglia ai lettori di verificare i fatti in modo indipendente e di consultare un professionista prima di prendere qualsiasi decisione basata su questi contenuti.
Questo articolo è stato inizialmente compilato da un’intelligenza artificiale avanzata, progettata per estrarre, analizzare e organizzare le informazioni da un’ampia gamma di fonti. Opera senza credenze personali, emozioni o nonobiettivi, fornendo contenuti incentrati sui dati. Per garantire la pertinenza, l’accuratezza e l’aderenza agli standard editoriali di BeInCrypto, un redattore umano ha meticolosamente rivisto, modificato e approvato l’articolo per la pubblicazione.

Trusted

Dichiarazione di non responsabilità

Tutte le informazioni contenute nel nostro sito web sono pubblicate in buona fede e solo a scopo informativo generale. Qualsiasi azione intrapresa dal lettore in base alle informazioni contenute nel nostro sito web è strettamente a suo rischio e pericolo.

3465162ad535e0eb02dcc2f5e8942677.jpeg
Il team di BeInCrypto comprende un gruppo eterogeneo di giornalisti esperti, analisti e appassionati di criptovalute che si dedicano a fornire le ultime notizie, approfondimenti e analisi sul mercato delle criptovalute. La nostra missione è fornire informazioni accurate, imparziali e tempestive al nostro pubblico globale, mettendolo in grado di prendere decisioni informate nel panorama delle criptovalute in continua evoluzione.
Leggi la biografia completa