Per saperne di più

I pool di liquidità DeFi: Come funzionano e cosa c’è da sapere

15 mins
Aggiornato da

Gli aggregati di liquidità svolgono un ruolo importante nel funzionamento delle piattaformadiscambio decentralizzate (DEX). Ma cosa sono esattamente e come funzionano? Imparare a conoscere il loro funzionamento potrebbe fare la differenza tra una buona e una cattiva giornata in criptovalute: ecco cosa sapere.

Che cos’è un pool di liquidità?

Un insieme di liquidità è un insieme di fondi bloccati in un contratto intelligente. Fornisce liquidità per scambiare tra diversi token di criptovaluta senza bisogno di market maker tradizionali.

Il concetto di insieme di liquidità è strettamente associato agli Automated Market Makers (AMM). Un AMM è un tipo di protocollo di piattaformadiscambio decentralizzato (DEX). Questi protocolli si basano su formule matematiche per prezzare gli asset, invece di utilizzare un libro ordini tradizionale (come le borse centralizzate o i CEX).

In sostanza, gli insiemi di liquidità sono il fulcro delle AMM. Forniscono il capitale che permette alle AMM di facilitare gli scambi tra diversi token senza bisogno di ordini di acquisto e vendita tradizionali. A differenza dei mercati tradizionali, il modello AMM consente di scambiare 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Perché gli insiemi di liquidità sono importanti nella DeFi

La comprensione della “liquidità” negli insiemi di liquidità è una parte essenziale per capire perché i pool di liquidità sono importanti nella DeFi. La liquidità è la facilità con cui un asset o un titolo viene convertito in contanti senza incidere significativamente sul suo prezzo.

Un’elevata liquidità indica che un asset viene acquistato o venduto rapidamente e con movimenti di prezzo minimi. Al contrario, una bassa liquidità significa che l’asset non è facilmente vendibile o acquistabile senza una sostanziale variazione di prezzo.

liquidity pools liquidity by asset type
Liquidità per asset: ncua.gov

Ad esempio, gli asset fissi (ad esempio, gli immobili) sono altamente illiquidi. Se investite in immobili, non potete acquistare o vendere una proprietà con la stessa facilità con cui potreste acquistare un’azione.

Se aveste bisogno di liquidità con breve preavviso, non sareste in grado di vendere uno dei vostri immobili per soddisfare la richiesta immediata. Dovreste trovare un acquirente, compilare montagne di documenti e completare molte altre attività che richiedono tempo a causa di regolamenti e altri fattori.

D’altra parte, l’acquisto o la vendita di un titolo è più semplice perché ci sono molti acquirenti e venditori. Di conseguenza, i titoli come classe di asset sono altamente liquidi. Senza gli insiemi di liquidità, i trader di criptovalute avrebbero difficoltà ad acquistare e vendere.

Perché esistono gli aggregati di liquidità?

Gli insiemi di liquidità affrontano le sfide della liquidità, della volatilità, della domanda e dell’offerta e della determinazione dei prezzi negli ambienti decentralizzati. Quando un asset ha una bassa liquidità, il mercato per quell’asset ha tipicamente un elevato slippage.

La differenza tra il prezzo previsto e il prezzo effettivo a cui viene eseguito uno scambio è lo slippage. Ad esempio, se si dispone di una criptovaluta con una bassa capitalizzazione di mercato e pochi acquirenti e venditori, un ordine di acquisto o di vendita di grandi dimensioni potrebbe creare un impatto enorme.

Se c’è un grosso ordine di acquisto, il prezzo potrebbe salire alle stelle a causa dell’aumento della domanda. Quando qualcun altro tenta di eseguire un altro ordine di acquisto di grandi dimensioni, ma non ci sono abbastanza criptovalute per soddisfare il suo ordine al prezzo attuale, comprerà i prossimi token disponibili a un prezzo più alto.

Questo perché in un insieme di liquidità i prezzi sono stabiliti dall’equilibrio tra domanda e offerta. È importante notare che gli insiemi di liquidità forniscono liquidità, ma non risolvono necessariamente il problema dello slippage o della volatilità.

I market maker automatizzati che utilizzano i pool di liquidità forniscono liquidità costante, in quanto gli scambi hanno sempre una controparte (l’insieme stesso). Questo modello può offrire uno slippage inferiore nei mercati con una liquidità stabile ed elevata, ma può soffrire di uno slippage più elevato durante gli scambi di grandi dimensioni.

Come funzionano gli insiemi di liquidità?

In un pool di liquidità, gli utenti chiamati fornitori di liquidità (LP) aggiungono un valore uguale di due token (o più in alcuni casi) a un insieme. Gli operatori possono quindi utilizzarli per effettuare scambi tra questi token.

Questo meccanismo permette di scambiare in modo automatico e peer-to-peer a prezzi stabiliti da una formula matematica (ad esempio, la formula del prodotto costante di Uniswap).

Per capire come funzionano gli insiemi di liquidità, è necessario comprendere il CFMM (noto anche come constant product market maker o CPMM). In particolare, la funzione di prodotto costante in un insieme di liquidità.

La geometria dei market maker a funzione costante di Angeris, G., Chitra et al: Arvix

Gli AMM, in particolare i CFMM, utilizzano formule matematiche specifiche per determinare il prezzo degli asset all’interno dei loro sistemi. In particolare, piattaformadiscambio come Uniswap, SushiSwap e Curve aderiscono spesso alla formula del prodotto costante come meccanismo primario di determinazione del prezzo.

Questa formula, utilizzata in particolare da Uniswap e dai suoi derivati, è X * Y = K. “X” è la quantità di un tipo di asset nell’insieme, mentre “Y” indica la quantità dell’asset alternativo. “K” rimane costante, rappresentando il prodotto di “X” e “Y”, e cambia solo quando la liquidità viene pubblicizzata o rimossa.

L’algoritmo aumenta il prezzo di un token per compensare la diminuzione della quantità di token quando avvengono le transazioni. Al contrario, quando la quantità di un asset aumenta, l’AMM ne abbassa il prezzo per compensarlo. Di conseguenza, la formula regola il prezzo del token per mantenere l’equilibrio.

liquidity pools constant function
Visualizzazione della formula del prodotto costante: Medium.com

It is important to point out that there are several functions used by different decentralized exchanges to price the assets held in liquidity pools. There are also liquidity pools that use constant sum or mean functions. Curve Finance uses both a constant product and constant sum function, while Balancer uses a constant mean function. Although the most popular is the constant product — perhaps due to the many Uniswap clones.

Tipi di insiemi di liquidità

Sebbene l’insieme di liquidità del DEX sia il tipo più noto, esistono pool di liquidità per molte altre attività finanziarie.

Gruppi di prestiti e prestiti

Piattaforme come Aave e Compound utilizzano gli insiemi di liquidità per facilitare le attività di prestito e di erogazione. Gli utenti forniscono asset a questi insiemi per guadagnare interessi, e questi asset forniti vengono messi a disposizione di altri per essere presi in prestito. I tassi di interesse sono tipicamente determinati in modo algoritmico in base alla domanda e all’offerta attuali degli asset sottostanti.

Pool di Yield Farming

Questi insiemi di liquidità sono progettati per massimizzare i rendimenti degli asset oggetto di interesse o prestati attraverso varie strategie. I partecipanti possono spostare i loro asset tra diversi insiemi (attraverso vari protocolli) per inseguire rendimenti più elevati, spesso guadagnando ricompense aggiuntive sotto forma di token di amministrazione o altri incentivi oltre alle commissioni di transazione o ai tassi di interesse standard.

Gli insiemi assicurativi

Piattaforme come Nexus Mutual utilizzano gli insiemi di liquidità per fornire servizi assicurativi decentralizzati. Gli utenti possono fornire asset a questi insiemi e ricevere il pagamento sotto forma di premi da chi acquista la copertura assicurativa. I fondi presenti nell’insieme vengono utilizzati per pagare i sinistri, se necessario.

Pro e contro degli insiemi di liquidità

ProConsiderazioni negative
Esecuzione rapida degli ordiniSlittamento
Fornitura di liquiditàPerdita impermanente
Scoperta del prezzo sulblockchainVolatilità

Pro

  1. Esecuzione rapida degli ordini: Gli insiemi di liquidità consentono l’esecuzione immediata degli scambi senza la necessità che un acquirente e un venditore si incontrino direttamente. Questo perché la liquidità è sempre disponibile nell’insieme. In questo modo gli scambi si concludono rapidamente, il che è vantaggioso nei mercati in rapida evoluzione.
  2. Disponibilità di liquidità: Mettendo insieme gli asset di molti LP, le AMM assicurano una liquidità sufficiente per gli scambi. Questo riduce lo spread (la differenza tra i prezzi di acquisto e di vendita) e rende più facile per gli utenti entrare e uscire dalle posizioni al valore più vicino possibile al mercato.
  3. Scoperta dei prezzi sulblockchain: Gli insiemi di liquidità facilitano la scoperta dei prezzi direttamente sulla blockchain. Il prezzo degli asset in un insieme è determinato in modo algoritmico. Si basa sul rapporto tra gli asset presenti nell’insieme e gli scambi che avvengono. Questo riflette efficacemente le attuali condizioni di mercato senza la necessità di un’alimentazione esterna dei prezzi.

Contro

  1. Slittamento: Nei pool di liquidità, gli ordini di grandi dimensioni rispetto alle dimensioni totali dell’insieme possono portare a significative variazioni di prezzo tra il momento in cui una transazione viene avviata e quello in cui viene eseguita. Questa discrepanza può portare i trader a ricevere meno del previsto quando effettuano grandi scambiare in un insieme con liquidità limitata.
  2. Volatilità: l’elevata volatilità può esacerbare i rischi di perdita impermanente e di slittamento negli insiemi di liquidità. I prezzi all’interno delle AMM dipendono dal rapporto tra gli asset presenti nell’insieme. Di conseguenza, i movimenti improvvisi del mercato possono portare a condizioni sfavorevoli per gli LP e i trader.
  3. Perdita temporanea: È la perdita temporanea che gli LP subiscono quando il prezzo degli asset in un insieme cambia. Se i prezzi degli asset in pool si discostano significativamente dal momento in cui sono stati depositati, il valore della quota del fornitore dell’insieme potrebbe essere inferiore, in termini comparativi, a quello che si sarebbe ottenuto se si fossero detenuti gli asset al di fuori del pool. Questa perdita è “impermanente” perché è possibile annullarla se i prezzi tornano ai livelli iniziali.

Come utilizzano gli LP gli insiemi di liquidità?

Gli insiemi di liquidità sono protocolli aperti. Come detto in precedenza, permettono a chiunque di scambiare in modo peer-to-peer fornendo liquidità. Questo perché gli LP sono incentivati a depositare le loro criptovalute inattive negli insiemi di liquidità guadagnando sulle commissioni di scambiare.

Diversi DEX possono addebitare una commissione di negoziazione fissa su tutti gli ordini distribuiti agli LP. Ad esempio, Uniswap ha una commissione di negoziazione dello 0,3%, mentre PancakeSwap ha una commissione di negoziazione dello 0,25%. Della commissione dello 0,25% di PacakeSwap, lo 0,17% viene distribuito agli LP.

Tuttavia, l’utilizzo degli aggregati di liquidità non è privo di rischi. I rischi maggiori che si incontrano nella maggior parte dei settori delle criptovalute sono quelli legati ai contratti intelligenti. Gli insiemi di liquidità non fanno eccezione, come si è visto nella serie di exploit di Vyper.

Gli LP devono anche tenere presente la perdita rispetto al ribilanciamento (LVR). L’LVR è un concetto strettamente legato alla perdita impermanente. In poche parole, è la quantità di profitto che un LP perde a causa della selezione avversa, una situazione in cui acquirenti e venditori hanno informazioni diverse. Nei mercati volatili, questo può portare a discrepanze significative.

https://twitter.com/TheNirvanAcad/status/1575508127612534784

Insieme di liquidità e libri degli ordini

Gli AMM sono stati sviluppati per creare piattaformadiscambio decentralizzati per gli asset digitali, utilizzando una funzione specifica che stabilisce prezzi predefiniti in base alle quantità di più asset. A differenza dei tradizionali piattaformadiscambio che operano con i libri degli ordini, i trader si confrontano con un insieme di asset invece che con controparti individuali.

Con un modello a libro d’ordini, gli scambi vengono eseguiti quando vengono abbinati ad altri ordini. In sostanza:

  1. Un trader genera un ordine di acquisto.
  2. Lo abbina a un ordine di vendita.
  3. L’ordine viene eseguito a un prezzo specifico.

Nei mercati convenzionali a libro ordini, gli asset scambiamo tipicamente contro una valuta. D’altra parte, gli asset di un insieme di liquidità non sono valutati in valuta, ma l’uno contro l’altro. In un modello di crypto order book, la valuta contro cui scambia l’asset è anch’essa una criptovaluta.

Per gli insiemi di liquidità, il prezzo immediato di ogni asset è determinato dal rapporto tra i due asset coinvolti piuttosto che da una valuta. Tuttavia, il modello presenta similmente al book di ordini.

Con gli ordini limite, gli scambi vengono eseguiti solo quando il prezzo di un ordine di acquisto corrisponde a un ordine di vendita. Ciò può comportare tempi di attesa più lunghi prima che la transazione venga completata. Al contrario, gli insiemi di liquidità consentono un’esecuzione più immediata, come descritto in precedenza.

I token dei pool di liquidità

Quando si diventa LP di un pool di liquidità, si riceve una quantità proporzionale di commissioni per la fornitura di liquidità per gli scambi, in base alla propria quota nell’insieme.

Di conseguenza, avrete bisogno di un modo per trarre profitto senza rimuovere immediatamente i vostri token (quelli di base e quelli di quotazione) dall’insieme, poiché alcuni pool possono avere periodi di blocco.

A questo punto entra in gioco il fornitore di liquidità (LP) o token dell’insieme, da non confondere con i token di interesse per la liquidità. Per essere chiari, in un modello DEX con un insieme di liquidità ci sono di solito tre tipi di token. Il token di base è quello che viene scambiato con un altro token, il token di quotazione.

Itoken LP rappresentano crediti sulla quantità di profitti o interessi a cui un LP ha diritto. Non fanno parte dell’insieme delle transazioni di acquisto e vendita.

Come funziona

Quando si diventa LP su un DEX, ecco cosa succede di solito:

  1. Si seleziona uno specifico pool di liquidità (ad esempio, ETH/DAI) e si deposita un valore uguale di entrambi gli asset nell’insieme in base al rapporto di prezzo corrente.
  2. Una volta depositata la criptovaluta, lo smart contract conia token LP che corrispondono alla vostra quota di insieme. Il numero di token ricevuti rappresenta la quota proporzionale di liquidità nell’insieme.
  3. Quando si effettuano scambi all’interno dell’insieme, una piccola commissione (ad esempio, lo 0,3% su Uniswap V2) viene prelevata da ogni scambio e aggiunta al pool. Questo aumenta il valore totale degli asset presenti nell’insieme.
  4. Se decidete di ritirare la vostra liquidità, potete riscattare i vostri token LP. La quantità di asset che riceverete indietro includerà una parte delle commissioni di scambiare, proporzionale alla vostra quota dell’insieme.

I token LP sono diventati un tipo di token molto ambito. Di conseguenza, anche i token LP sono oggetto di un insieme di liquidità. Molti token LP sulla blockchain di Ethereum sono di tipo ERC-20. Ciò consente una maggiore facilità d’uso nella programmazione di insieme e DEX.

Cosa si può fare con i token LP?

L’aspetto interessante dell’elevata domanda di token LP è che si possono portare su altre piattaforme DeFi. Si può fare interesse, prestare o fare yield farming.

L’yield farming consiste nel depositare i token in un insieme di liquidità (che sia per l’interesse, il liquid staking, il prestito o lo scambiare criptovalute) e portare i token LP su un’altra piattaforma e depositarli per ottenere profitti. Prestando o facendo l’interesse dei token LP sull’altra piattaforma, è possibile massimizzare i profitti ottenuti in una sola volta.

Si noti che il successo della coltivazione dei rendimenti dipende in genere dalle condizioni di mercato e dal rendimento degli asset sottostanti. Per prendere decisioni informate è necessario tenere conto di questi aspetti, oltre che dei rischi e dei vantaggi specifici della piattaforma.

Quali sono le migliori pratiche per l’utilizzo degli aggregati di liquidità?

Le migliori pratiche per l’utilizzo dei pool di liquidità dipendono dal lato dell’insieme in cui ci si trova. Se state acquistando o vendendo criptovalute da un pool di liquidità, potete usare un aggregatore DEX come 1Inch o Matcha per ottenere il miglior tasso tra molti pool.

Un altro aspetto da tenere presente è il rischio dei contratti intelligenti e il front running. Il rischio dei contratti intelligenti è meno problematico dal lato dell’acquirente e del venditore, poiché molte DApp sono open source. Tuttavia, gli utenti devono comunque prestare attenzione. Per quanto riguarda il front running e, in generale, gli attacchi MEV, potete cambiare il provider RPC nel vostro portafoglio per ottenere una protezione MEV.

D’altra parte, se siete un LP, dovrete fare qualche ricerca in più. È importante comprendere chiaramente i rischi connessi. Gli insiemi di liquidità che utilizzano gli stablecoin hanno in genere una volatilità più bassa e minori rischi di perdite impermanenti. Inoltre, è bene assicurarsi che le commissioni percepite coprano anche le perdite impermanenti.

Alcuni AMM offrono ulteriori ricompense per la fornitura di liquidità, come i programmi di mining della liquidità o di yield farming. Questi possono offrire ulteriori incentivi oltre alle commissioni di transazione. Bisogna anche tenere presente che questi modelli pagano attraverso l’inflazione di nuovi token. Questo modello non è redditizio in tutti gli scenari.

Anche le dimensioni dell’insieme sono un fattore significativo. Gli insiemi più grandi e più attivi offrono in genere rendimenti più stabili e rischi minori di forti impatti sui prezzi. Tuttavia, potrebbero offrire rendimenti percentuali inferiori rispetto agli insiemi più piccoli e più rischiosi.

liquidity pools top dexs
Top DEX: DefiLlama

Se siete curiosi di sapere quale sia il DEX con i migliori insieme di liquidità, Uniswap è il chiaro vincitore. Oltre a un grande valore totale bloccato (TVL) di quasi 5 miliardi di dollari, Uniswap è presente su 13 blockchain. Questo è un elemento che contribuisce in modo determinante, in quanto gli insiemi di liquidità di maggior successo devono avere una grande quantità di transazioni.

Curve Finance segue Uniswap come secondo più grande DEX. Ha un TVL di 2,29 miliardi di dollari. Curve è particolarmente popolare per la sua preferenza per le stablecoin.

PancakeSwap è un clone di Uniswap nato sulla Smart Chain di Binance (ora catena BNB). Secondo Defi Llama, ha il terzo TVL più alto per DEX, con 1,85 miliardi di dollari.

La conoscenza è potere

Ora che siete stati istruiti sugli insiemi di liquidità, dovreste essere più preparati a prendere decisioni informate quando utilizzate i DEX. È importante conoscere il funzionamento interno dei protocolli crittografici. Quando si ha a che fare con una classe di asset in rapida crescita come le criptovalute, l’informazione è potere. Assicuratevi di fare sempre DYOR e di utilizzare gli ecosistemi decentralizzati solo quando vi sentite sicuri di conoscere i rischi e le modalità di utilizzo.

Frequently asked questions

Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
PancakeSwap PancakeSwap Fino al 50% APR
Wirex App Wirex App Esplorare
M2 Exchange M2 Exchange Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024
YouHodler YouHodler Esplorare
PancakeSwap PancakeSwap Fino al 50% APR
Wirex App Wirex App Esplorare
M2 Exchange M2 Exchange Esplorare
Top piattaforme di crypto in Italia | Luglio 2024

Trusted

Scopri la dichiarazione di non responsabilità

All the information contained on our website is published in good faith and for general information purposes only. Any action the reader takes upon the information found on our website is strictly at their own risk.

Screenshot-2024-06-20-at-13.54.48.png
Ryan Glenn è un giornalista, scrittore e autore motivato a educare il maggior numero possibile di persone sui benefici del web3 e delle criptovalute. Ha scritto "Il miglior libro per imparare le criptovalute" e gestisce una piattaforma educativa, web3school.us, dedicata a chiarire lo lo spazio delle criptovalute. Ryan ha costruito la piattaforma per facilitare il passaggio di individui tecnologicamente competenti e non verso le criptovalute, fornendo a tutti una comprensione di base dei...
Leggi la biografia completa