Per saperne di più

I migliori Paesi in cui estrarre criptovaluta 2024

6 mins
Aggiornato da

Mentre il Bitcoin si avvicina a un altro dimezzamento in 2024, i minatori di criptovalute sono alla ricerca di luoghi ottimali per le loro operazioni. L’obiettivo è trovare un equilibrio: elettricità a prezzi accessibili e atteggiamenti governativi stabili nei confronti delle criptovalute sono fondamentali. Con le fluttuazioni dei regolamenti e dei costi energetici, i minatori devono considerare più che i guadagni immediati.

La scelta del luogo giusto va oltre la semplice ricerca delle tariffe elettriche più basse. Comporta un approccio completo che tenga conto dei costi dell’hardware, delle normative sui dati e degli incentivi fiscali. Si tratta di stabilire un’operazione sostenibile, non solo un’impresa a breve termine. In questa guida, mettiamo in evidenza le destinazioni chiave che soddisfano questi criteri essenziali per i minatori di 2024.

Fattori chiave nella scelta di un luogo di mining di criptovalute

Nella scelta di un luogo di estrazione di criptovalute, è fondamentale considerare i fattori di redditività, come i prezzi dell’elettricità locale e l’efficienza delle operazioni di estrazione. Anche l’importanza del mercato è fondamentale: le regioni con un ambiente normativo favorevole e una forte presenza di altri minatori offrono spesso maggiori opportunità di successo. Gli hotspot minerari possono essere raggruppati in base a due fattori: la redditività e l’importanza del mercato.

  • Redditività: Le attività di mining vengono create con l’unico scopo di ottenere profitti. Tuttavia, il mining di criptovalute è costoso da gestire a causa dell’energia che consuma. Per essere un minatore di criptovalute redditizio, è necessario aprire un’attività in Paesi in cui le bollette elettriche sono inferiori al costo dell’asset estratto. Il Kuwait e l’Islanda sono buoni esempi di Paesi che possono fornire elettricità a basso costo per il mining di criptovalute.
  • Importanza del mercato: Quando si decide di scegliere un luogo in base all’importanza del mercato, bisogna considerare la popolarità del mining di Bitcoin e la posizione dell’amministrazione in merito. Optate per i Paesi con una legislazione favorevole al mining di Bitcoin, dove le leggi sostengono i minatori e il governo riconosce il settore.

I Paesi migliori per il mining di criptovalute in 2024

coins crypto web3 stablecoins tokens altcoins

Islanda

https://twitter.com/_drgems/status/1697295819550933179

L’Islanda è il sogno di ogni minatore di criptovalute: il Paese ha un’abbondanza di elettricità a basso costo, un clima freddo e una normativa favorevole alle criptovalute. Solo negli ultimi due anni, l’attività di mining di criptovalute nella nazione insulare europea è quasi raddoppiata.

Quindi, cosa dicono i fatti? L’elettricità in Islanda costa circa 0,071 dollari/KWh, con prezzi così bassi grazie all’impressionante rete idroelettrica e agli impianti geotermici del Paese. Inoltre, la temperatura media è compresa tra -1 °C e 12 °C, il che significa che i costi dell’aria condizionata saranno trascurabili. Inoltre, l’amministrazione non ha imposto restrizioni all’attività mineraria, per cui si può operare liberamente.

L’unico problema che i minatori devono affrontare in Islanda è il costo della manodopera. Il tasso di disoccupazione è del 3,5%, quindi dovrete sborsare un bel po’ di soldi per attirare i migliori talenti.

Gli Stati Uniti

Gli ultimi due anni sono stati importanti per gli Stati Uniti per quanto riguarda il mining, con diverse società di crypto mining che si sono insediate nel Paese. La maggior parte di esse ha puntato sull’abbondanza di territorio, e bisogna anche ricordare che le criptovalute sono importanti negli Stati Uniti – ergo, il Paese è ottimo quando è il momento di vendere i Bitcoin estratti.

Attualmente, gli Stati Uniti sono classificati da Investopedia come il 41° Paese più economico per il mining di criptovalute, con un costo medio di mining di 4.578 dollari per token. Tuttavia, come spiega la testata, questo dato può variare da Stato a Stato. Le ragioni sono molteplici. Tra questi vi sono la superficie terrestre disponibile, il clima medio, la disponibilità di energia idroelettrica e il costo dell’elettricità (che varia anch’esso da uno Stato all’altro).

US government flag united states

Lo Stato di Washington è in testa alla classifica nazionale dell’energia idroelettrica, con circa 1.166 dighe solo nello Stato. Circa l’80% dell’elettricità generata in questo Stato è rinnovabile e nel 2017 ha generato circa un ottavo dell’elettricità generata da fonti rinnovabili a livello nazionale. Non sorprende quindi che sia lo Stato più economico per le miniere, con un costo medio di estrazione di 3.309 dollari per token.

L’amministrazione potrebbe non avere ancora leggi riguardo al mining di criptovalute, ma è ovvio che l’attività è destinata a rimanere.

L’Iran

L’Iran potrebbe essere sull’orlo di una crisi economica e politica, ma il suo mining di criptovalute è ancora molto forte. Per quanto riguarda le amministrazioni, il mining di bitcoin è legale e il governo iraniano lo riconosce ufficialmente come attività industriale.

L’Iran è stato anche un importante terreno di fioritura per il mining, in quanto i minatori di tutto il mondo vi si sono trasferiti in parte a causa delle tariffe elettriche a basso costo del Paese. Le famiglie pagano tra 0,03 e 0,05 dollari per chilowattora nel Paese mediorientale.

Queste tariffe convenienti, insieme all’aumento dei minatori che migrano in Iran, hanno fatto sì che la domanda di energia del Paese aumentasse del 7% negli ultimi mesi. Ciò ha spinto l’amministrazione a creare un nuovo modello di prezzo per le strutture minerarie e una nuova soglia di consumo per i minatori. Ciononostante, l’Iran è ancora uno dei Paesi migliori per il mining di criptovalute.

Il mining di criptovalute è un settore dinamico

Questi sono alcuni dei Paesi che hanno offerto un ambiente relativamente favorevole ai minatori di criptovalute nel 2024. Ricordate però che si tratta di un mercato dinamico. I posti migliori di oggi potrebbero essere una vecchia notizia di domani. Quindi, tenete l’orecchio teso e gli occhi puntati sull’orizzonte in continua evoluzione del più ampio spazio delle criptovalute. Rimanere informati e adattarsi è fondamentale in questo settore in rapida evoluzione, dove l’underdog di oggi potrebbe essere l’hotspot di domani.

Domande frequenti

What is the main risk of mining cryptocurrency?

What are the crypto mining costs in the United States in 2024?

What unique advantage does Venezuela offer for Bitcoin mining?

Why is Iran an attractive location for cryptocurrency mining?

Is Bitcoin legal in Kuwait?

What challenges do miners face in Iceland, despite its favorable conditions?

Top piattaforme di crypto in Italia | Giugno 2024

Trusted

Scopri la dichiarazione di non responsabilità

All the information contained on our website is published in good faith and for general information purposes only. Any action the reader takes upon the information found on our website is strictly at their own risk.

7834febbd30c68738fa1a9b9a4459ca1?s=120&d=wp_user_avatar&r=g
Con sede nel Regno Unito, Jimmy è un ricercatore economico con una straordinaria esperienza pratica e diretta nell'analisi finanziaria macroeconomica, nelle previsioni e nella pianificazione. Ha affinato le sue capacità lavorando in tutto il mondo come analista finanziario, il che gli consente di acquisire un'esperienza interculturale. Attualmente ha una forte passione per la regolamentazione della blockchain e le tendenze macroeconomiche, che gli permettono di sbirciare sotto il cofano...
Leggi la biografia completa