Per saperne di più

Cronos (CRO): Guida completa a cos’è e come funziona

14 mins
Aggiornato da

Cronos è un progetto ambizioso che vuole affermarsi come livello infrastrutturale di un metaverso aperto. CRO è la criptovaluta nativa dell’ecosistema Cronos. In questa guida a Cronos analizziamo il progetto in profondità, valutando ciò che lo rende unico e il potenziale a lungo termine di CRO come scelta di investimento.

Methodology

Le migliori piattaforme per acquistare CRO

Prima di dare il via a questo spiegone su Cronos, abbiamo messo insieme un rapido elenco di piattaforme consigliate per chi vuole acquistare Cronos. Ecco quattro delle migliori piattaformadiscambio che potete prendere in considerazione se avete intenzione di aggiungere CRO al vostro portafoglio.

Coinbase

Best for newbies
Availability
100+ countries
Fee
From 0.00% to 0.40% for maker fees, and 0.05% to 0.60% for taker fees.
Supported assets
Nearly 400 trading pairs
Demo account
No

OKX

Popular for low fees and passive income opportunity
Availability
E.U. and 100+ countries
Fees
Up to 0.1% for trades, 0 deposit fees
Supported assets
BTC, ETH, GALA, DOGE, etc
Demo account
Yes

KuCoin

Best for buying and trading altcoins like CRO
Availability
100+ countries
Trading fees
Starting from 0.1%
Supported assets
100+ assets
Demo account
Yes
Availability
100+ countries
Fees
Fees depend on your VIP tier (based on 30-day trading volume).
Supported assets
1,000+ trading pairs
Demo account
Yes

Che cos’è Cronos?

Cronos ha un approccio lungimirante alla tecnologia blockchain di primo livello. Come blockchain pubblica open-source e decentralizzata con un meccanismo di consenso delegato di proof-of-authority (PoA), Cronos si distingue per la sua architettura ad alta efficienza energetica. Inoltre, è in grado di garantire una maggiore velocità delle transazioni a costi ragionevoli.

Come parte del suo obiettivo più ampio, Cronos si concentra sul potenziamento dell’economia dei creatori, in rapida crescita. Lo fa lavorando per facilitare una solida base per le applicazioni web3, la finanza decentralizzata (DeFi) e la GameFi. Ma non è tutto, perché il progetto ha un altro obiettivo ambizioso: fungere da infrastruttura di base per un metaverso aperto e senza confini.

Cronos è una blockchain compatibile con Ethereum-Virtual Machine (EVM) che trae energia da Ethermint e dal Cosmos SDK. Supporta la Comunicazione Inter-Blockchain (IBC), il che significa che Cronos può importare criptovalute da diverse blockchain. Questa capacità garantisce che gli utenti finali possano importare e integrare senza problemi asset digitali da Ethereum, Cosmos e altre famiglie di blockchain direttamente nell’ecosistema Cronos. Successivamente, gli utenti possono sfruttare, scambiare e investire in questi asset all’interno dei protocolli smart contract di Cronos.

Cronos in breve:

  • Compatibilità EVM per un facile porting di app/contratti dall’ecosistema Ethereum.
  • Scalabilità per transazioni più veloci, economiche ed ecologiche.
  • Capacità IBC per l’interoperabilità e il ricongiungimento tra catene.
  • Meccanismo di consenso Proof-of-authority (PoA) per una scalabilità e una sicurezza semplificate.
  • Modello open-source, che facilita il coinvolgimento e i contributi della comunità.

“Cronos è stato progettato per supportare l’economia dei creatori con applicazioni web3 come DeFi e GameFi, che in ultima analisi serviranno come infrastruttura di base per un metaverso aperto. Cronos è stato progettato per servire il prossimo miliardo di utenti del web3 e per aiutarli a sperimentare la piena promessa della custodiapersonale dei loro asset digitali”.

Carta bianca di Cronos

Il team dietro Cronos

Crypto.com, la società di piattaformadiscambio con sede a Singapore, ha sviluppato la blockchain Cronos. Precedentemente nota come Monaco Technologies GmbH, Crypto.com nasce da un’idea di Bobby Bao, Gary Or, Kris Marszalek e Rafael Melo. Tutti i co-fondatori, tranne Gary Or, lavoravano per il mercato online Ensogo prima che questo fallisse nel 2016.

Foris DAX MT Limited, una società con sede a Malta, possiede Crypto.com. Tuttavia, CRO Protocol Labs, un’entità con sede nelle Isole Cayman, è responsabile dello sviluppo della catena Cronos e della catena Crypto.org.

Cronos: Breve storia

cronos explainer

La storia di Cronos risale ai primi giorni di Monaco Technology GmbH, che ha lanciato la Monaco Coin (MCO) poco dopo il suo lancio nel 2016. Questo fu l’inizio del piattaformadiscambio che in seguito sarebbe stato ribattezzato come Crypto.com.

Durante il rebranding, Crypto.com ha anche lanciato la propria blockchain. Crypto.org, un’organizzazione sorella di crypto.com, era responsabile della supervisione di questa nuova blockchain. Parallelamente, la società ha anche ribattezzato MCO in CRO per garantire un migliore riconoscimento del marchio.

Il piano originale prevedeva che i titolari di MCO avessero un vantaggio su CRO una volta lanciata la rete. Tuttavia, l’obiettivo della Cronos Chain era quello di offrire la compatibilità con la Ethereum Virtual Machine (EVM), incorporando contemporaneamente il supporto per le reti Inter-Blockchain Communications (IBC). Questo approccio ha garantito l’interoperabilità di Cronos con gli ecosistemi Ethereum e Cosmos. Di conseguenza, l’introduzione della nuova blockchain è stata come iniziare da zero, un’impresa enorme che ha richiesto oltre tre anni di lavoro.

Finalmente, l’8 novembre 2021, si è alzato il sipario sulla rete Cronos, segnando il suo debutto con la convalida del primo blocco.

Sotto il cofano della blockchain Cronos

Cronos sfrutta la potenza di Ethermint, Tendermint e del Cosmos SDK per creare la sua piattaforma. Ethermint consente la compatibilità con la macchina virtuale di Ethereum (EVM), rendendo possibile per Cronos ospitare DApps Ethereum, garantendo transazioni più rapide e costi ridotti.

Nel frattempo, la collaborazione tra Tendermint e l’SDK di Cosmos apre la strada a un solido meccanismo di consenso. Questo, a sua volta, facilita la compatibilità con l’IBC, consentendo così interazioni e piattaformadiscambio senza problemi tra diverse blockchain.

Questo approccio non solo rafforza le capacità di Cronos, ma anche la sicurezza e la scalabilità della rete. Di conseguenza, gli sviluppatori trovano terreno fertile per creare applicazioni all’avanguardia. Dall’altro lato, gli utenti possono godere di un ecosistema blockchain più efficiente e accessibile.

Compatibilità con Ethermint e EVM

Il cuore dell’ecosistema Cronos è Ethermint, che è fondamentale per diversi motivi:

  • Permette di ospitare gli smart contract e le DApp di Ethereum sulla piattaforma Cronos.
  • Raggiunge velocità di transazione più elevate e commissioni più basse rispetto alla rete Ethereum.
  • La dipendenza da Ethermint consente la compatibilità con gli EVM. Semplifica la transizione degli sviluppatori da Ethereum a Cronos senza richiedere modifiche significative.
  • Inoltre, l’integrazione con Ethermint porta il supporto per il modello di transazione EIP-1559, ottimizzando così le tariffe in base alla domanda della rete e offrendo una soluzione conveniente per sviluppatori e utenti. In questo modo Cronos diventa un’opzione interessante per chi vuole sviluppare o utilizzare Dapps all’interno di un ecosistema blockchain scalabile e interoperabile.

Tendermint, Cosmos SDK e IBC

Cronos combina il meglio di Tendermint e del Cosmos SDK per creare una base solida e scalabile per la sua rete. Tendermint funziona come motore di consenso e facilita il rapido sviluppo e la manutenzione delle reti blockchain.

L’SDK di Cosmos, invece, funge da struttura su misura per lo sviluppo di applicazioni blockchain. La sua responsabilità consiste nell’offrire agli sviluppatori il giusto set di strumenti e librerie modulari, che possono utilizzare per creare soluzioni blockchain personalizzate.

Inoltre, queste tecnologie conferiscono a Cronos la capacità di supportare la comunicazione inter-blockchain. Questa capacità garantisce che le diverse blockchain autonome possano facilitare in modo sicuro le transazioni. In questo modo, Cronos può connettersi fluidamente e condividere asset con altre blockchain all’interno della rete Cosmos.

Amministrazione

In quanto blockchain open-source, Cronos dà a tutti i titolari di token CRO la possibilità di partecipare alla sua amministrazione. Ogni titolare può utilizzare questo potere democratico per proporre, finanziare ed esprimere il proprio voto su varie iniziative. In questo modo, tutti i soggetti interessati sono pienamente responsabili dell’evoluzione della rete e dell’ecosistema circostante.

https://twitter.com/cronos_chain/status/1648252119269662720

Ogni nuova iniziativa proposta da un membro della comunità deve essere sottoposta alle seguenti otto fasi:

  • Concezione dell’idea: Nasce la scintilla di una nuova idea.
  • Redazione della proposta: Mettere l’idea in un formato strutturato.
  • Feedback della comunità: Raccolta di idee e opinioni da parte di una rete più ampia.
  • Revisione della proposta: Affinamento della proposta in base al feedback ricevuto.
  • Presentazione alla mainnet: Presentazione della proposta definitiva alla mainnet.
  • Deposito di attivazione: Deposito di 20.000 CRO per avviare il meccanismo di voto.
  • Votazione: Votazione delle proposte attive all’interno della mainnet.
  • Esito: Finalizzazione della proposta come adottata o respinta, in base ai voti della comunità.
https://twitter.com/cronos_chain/status/1768543818972848632

Spiegazione di Cronos: Il token CRO in breve

CRO, l’asset nativo dell’ecosistema Cronos, trae la sua rilevanza e il suo valore dai più ampi ecosistemi Cronos e Crypto.com. Originariamente ha debuttato come token ERC-20 sulla blockchain di Ethereum, ma è stato poi incorporato come token nativo dopo che Crypto.com ha lanciato la sua blockchain interna. Successivamente, è stato reso disponibile anche sulle reti Crypto.org (CRO) e Cronos (CRC-20 CRO).

Con una capitalizzazione di mercato di poco inferiore ai 4 miliardi di dollari e un’offerta circolante (24 ore su 24) di oltre 35 milioni, CRO si classifica attualmente al 36° posto nell’elenco delle principali criptovalute (per capitalizzazione di mercato) al 21 marzo 2024.

Distribuzione e utilità dei token

Esiste un insieme considerevole di 30 miliardi di token CRO. L’allocazione di questi token è strategicamente strutturata come segue:

  • Il 30% è destinato alla distribuzione secondaria e agli incentivi al lancio, che avverranno gradualmente nell’arco di cinque anni.
  • Il 20% è destinato al conto di riserva del capitale.
  • Il 20% è dedicato alla promozione di incentivi a lungo termine per la rete.
  • Il 20% sostiene le sovvenzioni per l’ecosistema.
  • Il 10% alimenta le iniziative di sensibilizzazione e marketing della comunità.

Quindi, come e dove si possono spendere i token CRO? CRO si trova all’incrocio di due casi d’uso molto importanti.

  • Dinamiche sulblockchain: CRO funge da carburante per le tariffe del gas e facilita le transazioni nella catena Cronos.
  • Circolazione del valore: In qualità di detentore di CRO, è possibile fare interesse su CRO con un nodo validatore o immergerlo in un insieme di liquidità sulblockchain. Se le cose vanno bene, si possono ottenere importanti guadagni sotto forma di CRO aggiuntivo.

Oltre a ciò, si può anche utilizzare la propria scorta di CRO come mezzo di pagamento.

Cronos explainer - CRO price history
Cronologia dei prezzi di CRO: CoinMarketCap

Dove conservare i token CRO

Potete conservare i vostri asset CRO in un portafoglio della piattaformadiscambio in cui li avete acquistati o spostarli in un portafoglio esterno. Dal momento che non avete le chiavi del vostro portafoglio quando la vostra criptovaluta è in piattaformadiscambio, si raccomanda di trasferire i vostri token CRO in un’opzione più sicura. Come dice il proverbio, “Non le tue chiavi, non le tue monete!”.

I portafogli di criptovalute non custoditi come MetaMask, Gnosis, Freewallet, Exodus e Atomic Wallet supportano l’archiviazione di CRO. Similmente, i portafogli hardware come Ledger Nano X e Trezor Model T sono considerati l’opzione più sicura per la memorizzazione di asset CRO. Non sono collegati a Internet e sono quindi resistenti agli attacchi di malintenzionati. I portafogli hardware sono l’opzione migliore se si intende conservare una quantità significativa di CRO a lungo termine.

Cosa rende Cronos (CRO) unico?

cronos

Uno degli obiettivi principali di Cronos è quello di ricongiungere gli ecosistemi Ethereum e Cosmos. Il progetto ha fatto passi da gigante per raggiungere questo obiettivo, ritagliandosi una nicchia nello spazio blockchain grazie alla sua costante attenzione all’interoperabilità.

Detto questo, è importante considerare le promesse e i potenziali svantaggi analizzando i fattori che lo rendono unico.

La compatibilità con gli EVM è un grande vantaggio

L’aspetto positivo è che Cronos vanta una perfetta compatibilità con gli EVM. Gli sviluppatori possono potenzialmente portare gli smart contract e le DApp di Ethereum esistenti, il che si traduce in un’efficienza di tempo e risorse. Questo potrebbe accelerare ulteriormente l’innovazione

Tuttavia, il successo di questo approccio dipende dalla facilità con cui le applicazioni portate si integrano con la rete Cronos. Inoltre, l’adozione da parte degli sviluppatori è fondamentale e resta da vedere se Cronos riuscirà ad attrarre una massa critica di talenti.

Il supporto dell’IBC rende l’affare più dolce

Un’altra caratteristica positiva di Cronos è che promette interoperabilità attraverso il supporto IBC. Ciò consente alla piattaforma di connettersi con altre blockchain basate su Cosmos. Si noti che l’effettiva funzionalità e l’adozione dell’IBC tra le diverse catene è ancora in corso.

Transazioni più veloci, commissioni ridotte

Oltre alle sue ambizioni di ricongiungimento, Cronos vanta velocità di transazione e commissioni ridotte grazie al suo meccanismo di consenso proof-of-authority (POA). Questo potrebbe essere un vantaggio significativo rispetto alle reti congestionate come Ethereum. D’altro canto, però, il POA solleva alcune preoccupazioni riguardo alla centralizzazione, in quanto un insieme più ristretto di validatori garantisce la sicurezza della rete.

Modello open-source

Infine, Cronos opera come progetto open-source, che si è manifestato in una comunità collaborativa in espansione. Questa trasparenza è positiva, ma il suo impatto a lungo termine sullo sviluppo e sulla stabilità della rete dipende dalla forza e dall’attività della sua base di sviluppatori.

Tutto sommato, Cronos mostra un potenziale unico grazie alla sua visione convincente di blockchain ricongiunte, transazioni più veloci e un ambiente favorevole agli sviluppatori. Tuttavia, il successo di queste promesse dipende da fattori come l’adozione da parte degli sviluppatori, l’efficacia dell’integrazione dell’IBC e la sicurezza a lungo termine del meccanismo di consenso POA.

Spiegazione di Cronos: CRO è ancora un investimento utile?

Come evidenziato in questa spiegazione di Cronos, Cronos è davvero un progetto promettente. Con la sua attenzione alla scalabilità, alle basse commissioni di transazione e all’ecosistema di facile utilizzo, Cronos ha il potenziale per diventare un attore significativo nello spazio della cripto/blockchain.

Sulla base di tutti questi fattori, se il team di Cronos riuscirà a rispettare la propria tabella di marcia e a mantenere gli sviluppi futuri promessi, CRO potrebbe essere un asset da tenere in considerazione per il proprio portafoglio. Detto questo, come qualsiasi altra criptovaluta, anche CRO è soggetta all’alta volatilità del mercato delle criptovalute. Per questo motivo è necessario esercitare la massima cautela e investire solo la quantità che ci si può permettere di perdere. Come sempre, fate le vostre ricerche (DYOR) prima di investire e, se necessario, consultate un consulente finanziario qualificato.

Domande frequenti

How is Cronos different from Ethereum?

How does CRO staking work?

Top piattaforme di crypto in Italia | Giugno 2024

Trusted

Scopri la dichiarazione di non responsabilità

All the information contained on our website is published in good faith and for general information purposes only. Any action the reader takes upon the information found on our website is strictly at their own risk.

Shilpa-Lama.jpg
Shilpa è una freelance di grande esperienza nel settore delle criptovalute e della tecnologia Giornalista profondamente appassionato di intelligenza artificiale e tecnologie pro-libertà come i registri distribuiti e le criptovalute. Si occupa del settore blockchain dal 2017. Prima del suo periodo nei media tecnologici, Shilpa ha prestato le sue competenze alle iniziative fintech sostenute dal governo in Bahrain e a un'importante organizzazione no-profit con sede negli Stati Uniti...
Leggi la biografia completa